Fiat Punto TwinAir: il test drive

Fiat Punto TwinAir: il test drive Abbiamo provato la Punto bicilindrica all'interno del comprensorio di Balocco

Abbiamo provato la Punto bicilindrica all'interno del comprensorio di Balocco, dove vengono testati tutti i prototipi Fiat

9 Febbraio 2012 - 11:02

Dopo oltre 8,5 milioni di pezzi venduti di cui 4,5 in italia, Punto si rifà il look, tornando vicino al progetto originale di Giugiaro, ed introduce novità tecniche all’avanguardia per il segmento B: è la prima ad avere un motore bicilindrico turbocompresso. La Punto 2012 va a sostituire sia la Grande Punto sia la Punto Evo.

ESTETICA – Il design ora è più pulito e armonioso rispetto alla Punto Evo. I paraurti anteriori e posteriori coniugano i pregi riconosciuti alla Grande Punto, lanciata nel 2005 e della Punto Evo, lanciata nel 2009. Il fascione portatarga è ora integrato al resto del paraurti ed è in colore carrozzeria, nella presa d'aria inferiore sono collocati i fari fendinebbia, di forma circolare, mentre le griglie di aerazione sono a maglia esagonale e donano all'insieme un look sportivo. Così come per l'anteriore, anche il paraurti posteriore ha un design rinnovato con il fascione, integrato al resto del paraurti, verniciato in colore carrozzeria; infine sono stati mantenuti i gruppi ottici per le funzioni retro-nebbia e retro-marcia, ma la forma e stata leggermente allungata. 12 i colori disponibili.

IL MOTORE – E' un bicilindrico turbocompresso da 875 cc (qui l'analisi completa del motore TwinAir). Gli ingegneri hanno lavorato per ridurre al massimo le vibrazioni tipiche dei due cilindri in linea introducendo un nuovo volano bi-massa. Le prestazioni erogate (85 CV a 5.500 giri/min di potenza massima e 145 Nm a 2.000 giri/min di coppia massima) sono, secondo Fiat, di circa il 25% superiori a quelle del motore Fire 1.2 8v e pernettono alla Punto TwinAir di raggingere i 172 km/h. La casa torinese dichiara che grazie alla specifica messa a punto del propulsore e alla combinazione con il cambio a 6 rapporti (inedito sul TwinAir), la Punto 2012 TwinAir è la prima della categoria per il rispetto ambientale (98 g/km CO2).

TWINAIR – Non è solo il motore che ha vinto l’ “International Engine of the year 2011”, “Best New Engine 2011” e “Best Green Engine 2011″, è anche il nome dell’allestimento speciale che nasce per esaltare l'introduzione del propulsore bicilindrico sulla Punto 2012. Per questa versione è disponibile l'originale colore Verde Energetico, che ricorda il verde Kawasaki ma in versione metallizzata, e in esclusiva anche il tetto verniciato nero lucido. A queste caratteristiche si aggiungono altri elementi estetici distintivi come i cerchi in lega da 15” con disegno dedicato in colore brunito e trattamento diamantato, oltre ai montanti e agli specchietti in nero lucido e ai fari bruniti. La versione è, inoltre, immediatamente riconoscibile grazie al logo TwinAir posizionato sul portellone posteriore. All'interno, la vettura è personalizzata con dei nuovi interni con tessuto “Sportex” grigio e nero e un logo TwinAir grigio ricamato sugli appoggiatesta anteriori. Un ulteriore logo TwinAir è posizionato sulla plancia in prossimità dei comandi della climatizzazione.

IN PISTA/STRADA – Il bicilindrico sale di giri con grande facilità mentre la disponibilità di coppia è buona a tutti i regimi. Bello il suono dello scarico, meno quello del motore che oltre i 3.500 giri inizia a farsi sentire un po’ troppo. Interessante la configurazione “eco” in cui la coppia erogata viene “tagliata” a 110 Nm a 2500 giri/min per garantire minimi consumi e privilegiare una guida più cittadina. Buono il feeling che trasmettono i comandi. Gli innesti sel cambio sono morbidi e precisi, la frizione è leggera da azionare ed è facile trovare il punto d’attacco. Molto bene la frenata: il pedale è morbido ma nonostante ciò restituisce un buon feeling sia a medio carico sia durante le frenate più impegnative, merito di una corsa adeguata (né troppo lunga nè troppo corta) e di un’ottima modulabilità; buona la resistenza al fading. Le sospensioni assorbono bene le microsconnessioni mentre per quanto riguarda le buche più grandi, non possiamo dire nulla dato il buono stato del manto stradale del circuito delle langhe. Il comportamento dinamico è molto buono, merito dell’elevata tenuta di strada, dei trasferimenti di carico moderati e progressivi, e dell’ESP che lascia intatto il piacere di guida intervendo solo quando si è realmente vicini al limite di aderenza. La Fiat Punto si pone quindi ai vertici di quella che viene definita sicurezza attiva, elemento che spesso in fase di acquisto di una vettura viene tralasciato; non è importante solo la sicurezza passiva, cioè non farsi male in caso di incidente, ma bisogna fare di tutto per evitarlo e questa Punto avendo un comportamento sincero e prevedibile fa proprio questo. Tuttavia non ci è piaciuta la leggibilità di contagiri e tachimetro: va bene il richiamo alle grafiche retrò, ma nella soluzione scelta da Fiat i numeri possono essere coperti durante lo spostamento delle lancette e il contrasto tra i colori di fondo degli strumenti (nero, grigio e bianco) non è tra i migliori e penalizza la leggibilità.

SICUREZZA – Di serie airbag frontali e laterali, gli airbag per la testa, l’ESP e l’ABS. A richiesta l'airbag per le ginocchia del guidatore e gli appoggiatesta anti-colpo di frusta. Ci sentiamo di fare un appunto sul tasto dell’hazard: è vero che si trova dove ci si aspetta che sia, ma il colore nero lucido lo rende difficile da vedere, specialmente in alcune condizioni di luce, e potrebbe indurre chi non conosce la macchina (la Punto è tra le auto più noleggiate) a cercarlo altrove facendo perdere tempo e concentrazione nei momenti, già di per sè concitati, di emergenza. Noi di SicurAUTO lo avremmo preferito nel classico rosso e con una finitura superficiale diversa rispetto agli altri pulsanti, in modo da poterlo riconoscere anche al tatto.

IN CONCESSIONARIA – A partire da 11.900 € con Radio CD MP3, telecomando, trip computer e climatizzatore di serie (versione POP 1.2 69CV 3 porte). Il diesel, POP 1.3 MultiJet II 75CV 3 porte, parte da 13.650.

di Pietro Cristino

Commenta con la tua opinione

X