Nuova Peugeot 108, diventa più matura

La nuova Peugeot 108 sarà disponibile con due motorizzazioni e avrà allestimenti da segmento B

17 febbraio 2014 - 10:00

La storia commerciale del trio di citycar franco-giapponesi – Citroen C1, Peugeot 107 e Toyota Aygo – è fatta di buoni successi nei diversi mercati europei. Lanciate nel 2005, dopo 9 anni si rinnovano completamente e la prima a debuttare, al prossimo Salone di Ginevra, è la Peugeot. Il nome guadagna un numero, da 107 a 108 e la lunghezza aumenta di 3 cm, fino a 3,47 metri. Larga 1,62 metri sarà disponibile sia con le tre che con le cinque porte, entrambe dotate di quattro posti. Novità assoluta sarà una versione con tetto aprile in tela, denominata Top!. L'apertura verso il cielo sarà larga 80 cm e lunga 76 cm, mentre le turbolenze saranno ridotte da un deflettore integrato.

ALLEGGERITA DI 80 KG – Uno dei limiti della 107 era il bagagliaio, davvero ridotto ai minimi termini. Sulla 108 la capacità sale a 196 litri, che scendono a 180 se si sceglie il ruotino di scorta al posto del kit di gonfiaggio. Ribaltando i sedili posteriori (frazionamento 50/50), si arriva fino a 750 litri. Il lavoro sul telaio e sulla scocca ha portato a un alleggerimento di circa 80 kg, cosicché la 108 ferma l'ago della bilancia a quota 840 kg. Il servosterzo è elettrico e le misure dei pneumatici sono commisurate alle ridotte dimensioni dell'auto: 165 mm la larghezza del battistrada, diametro di 14 o 15 pollici e spalla piuttosto alta da 65, per favorire il confort di marcia. L'impianto frenante, invece, è misto, con dischi autoventilanti all'anteriore e tamburi al posteriore.

MOTORI – La gamma motori prevede due unità a benzina, le stesse montate sulla sorella maggiore 208 (qui la prova su strada), entrambi a 3 cilindri (qui l'analisi tecnica). Si tratta del 1.0 VTi da 68 CV e del 1.2 VTi da 82 CV. Con il più piccolo è anche disponibile il cambio robotizzato ETG, mentre per il maggiore si può scegliere solo la trasmissione manuale. Per tutte le motorizzazioni le emissioni sono inferiori ai 100 g/km di CO2. La scelta di rendere disponibile un motore più potente conferma la crescita globale di un prodotto che, nelle dotazioni e nelle possibilità di personalizzazione, vuole entrare in concorrenza con le altre proposte premium del segmento A e con alcuni modelli del segmento B.

PERSONALIZZAZIONE E SICUREZZA – L'abitacolo della nuova 108 seguirà la strada già imboccata dagli altri modelli Peugeot, con un display touch da 7 pollici che integrerà tutte le funzioni dell'infotainment e del climatizzatore. Ampie anche le possibilità di connessione con gli smartphone, di qualsiasi sistema operativo siano dotati. Gli interni saranno svelati ufficialmente solo al Salone di Ginevra ma probabilmente i 6 airbag saranno di serie, si potrà ordinare il climatizzatore automatico e un elemento di sicurezza importante come il sistema di frenata automatica (già disponibile sulla Fiat Panda e sulla Volkswagen Up!). Infine, la personalizzazione sarà un tema chiave per la Peugeot 108, con le versioni bicolore abbinate alla carrozzeria 3 porte e sette temi grafici che prevedono adesivi e verniciature particolari.  

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Viaggi estate 2022

SicurAUTO.it vi augura buone vacanze: ci rivediamo il 22 agosto

Incentivi auto, l’UE critica gli USA: “il nuovo piano è discriminatorio”

Test drive auto nuova: con i brand di EV sono fondamentali