Nuova Ford Focus, il 'super-restyling'

Dopo soli tre anni dal lancio Ford ha sottposto la Focus a un profondo restyling, tanto che si può quasi parlare di una nuova auto

12 settembre 2014 - 17:22

La Ford Focus cambia e si rinnova dopo soli tre anni, un fatto piuttosto insolito nell'industria automobilistica, che sulle regole che governano il ciclo di vita dei modelli segue sempre schemi molto precisi. Il motivo di questa 'stranezza' è da ricercare nel ruolo della compatta Ford, che può fregiarsi del titolo di auto più venduta del mondo da oltre due anni di seguito. Infatti, sia nel 2012 che nel 2013 (anche nel primo trimestre 2014), nelle sue varie versioni di carrozzeria, ha conquistato più clienti che qualsiasi altro modello, con circa 1,1 milioni di esemplari immatricolati. I numeri sono impressionanti: ogni 90 secondi una Focus lascia le linee degli otto impianti che la producono in quattro diversi continenti, per poi raggiungere gli autosaloni di oltre centoquaranta paesi.

L'AUTO PIU' VENDUTA DEL MONDO – La Focus è quindi un'auto globale a tutti gli effetti, per la quale Ford può stanziare investimenti importanti per non abbandonare quella vetta così faticosamente conquistata. Gli interventi si notano subito, con il design esterno che è cambiato in maniera consistente sebbene la silhouette globale non sia stata stravolta. Gli interventi sul frontale lo hanno allineato al nuovo family feeling dell'Ovale Blu, mentre quelli sul posteriore, con i nuovi gruppi ottici e il portellone più raffinato, lo hanno reso più leggero dal punto di vista visivo. La rivoluzione più grande è avvenuta all'interno, nella strumentazione e ancora di più nella consolle centrale che ora ospita il nuovo sistema di infotainment Sync 2 gestibile attraverso un ampio display touch da 8 pollici, diviso graficamente in quattro sezioni. Così è scomparsa la miriade di pulsanti poco intuitivi e fonte di distrazioni, a favore di meno comandi ma dalla fruibilità esemplare. 

TECNICA E MOTORI – La Focus è cambiata molto anche sotto pelle, con diversi interventi tecnici per l'insonorizzazione, tra cui i cristalli laterali più spessi e la maggiore quantità di materiale fonoassorbente nei punti chiave. Sono stati modificati pure il sottotelaio anteriore, le sospensioni e il servosterzo elettrico EPAS, per migliorare la rigidità della scocca e il feeling di guida. Sotto il cofano ritroviamo quei motori che ormai da anni sono un cavallo di battaglia della Ford, come il 1.0 EcoBoost, che ha vinto gli ultimi tre premi Engine of the year e il 1.5 TDCi entrambi con il cambio a 6 marce manuale e due livelli di potenza: 100 e 125 CV  per il benzina e 95 e 120 CV per il diesel. Al top della gamma ci sono il 1.5 EcoBoost e il 2.0 TDCi entrambi da 150 CV, entrambi con il dispositivo Start/Stop di serie e l'omologazione Euro 6, così come tutto il resto della gamma.

ASSISTENZA ALLA GUIDA – Infine, sulla Focus è disponibile un ampio pacchetto di sistemi di assistenza alla guida, come il cruise control adattivo che funziona da 8 a 180 km/h, la frenata di emergenza automatica fino a 50 km/h e le tecnologie per l'assistenza al parcheggio automatico, anche in perpendicolare, mentre il sistema ESC di serie è stato aggiornato con la nuova funzione Enhanced Transitional Stability che riesce a prevedere quando sta per iniziare una sbandata e agisce di conseguenza. Arriverà nelle concessionarie il  weekend 22/23 novembre, con prezzi a partire da 18.750 euro (-250 euro sul listino precedente).

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Risarcimento con procedura ordinaria sinistro

Sinistro con auto non identificata: per la Cassazione bisogna provarne la presenza

UK: la prima rotonda che dà la precedenza a ciclisti e pedoni

Previsioni traffico Natale 2019

Previsioni traffico 7, 8 e 9 agosto 2020, il weekend più caldo