Novità tecniche in arrivo per BMW, motori già Euro 6

Entro l'estate tutti i motori BMW TwinPower Turbo rispetteranno le norme Euro 6

6 maggio 2013 - 19:25

Che BMW sia una delle case automobilistiche più all'avanguardia in tema di motori non è una novità. Nella sua attuale produzione di serie può vantare propulsori incredibili, come il V8 4.4 biturbo da 560 CV che equipaggia la M5 o l'inimitabile 3 litri diesel tri-turbo da 313 CV, con cui nessun altro costruttore al mondo può ancora competere. Ma anche nei propulsori diesel più “umani”, BMW è all'avanguardia, come dimostrano le eccellenti prestazioni e l'efficienza del 2 litri turbodiesel da 184 CV. Negli ultimi anni abbiamo assistito anche a un grande affinamento tecnico sui motori benzina, complice il sempre più massiccio uso della sovralimentazione.

LA RISCOSSA DEL 3 CILINDRI – Ormai i propulsori a 6 cilindri in linea, che hanno fatto la storia della Casa di Monaco di Baviera, sono rimasti solo sulle versioni più prestazionali o su quelle top di gamma, lasciando campo libero alla nuova generazione di 4 cilindri turbo benzina. Ma non è finita qui, perché presto vedremo prodotto in serie il nuovo 1.5 benzina a 3 cilindri dotato di tecnologia TwinPower Turbo, che è praticamente un 6 cilindri tagliato a metà.  Le prestazioni, in ogni caso, alla BMW vanno di pari passo con l'efficienza e quindi con l'abbassamento delle emissioni inquinanti.

ARRIVA LA EURO 6 – Le nuove norme europee Euro 6 entreranno in vigore solo nel settembre 2014, data a partire dalla quale dovranno essere rispettate da tutte le auto di nuova costruzione. BMW, intanto, ha deciso di precorrere i tempi, annunciando la commercializzazione dei nuovi motori omologati Euro 6 già a partire dalla fine dell'estate. Nella pratica, tutte le unità dotate della sovralimentazione TwinPower Turbo, sia benzina che diesel, comprese quelle marchiate M, diventeranno conformi alla nuova normativa.

TRAZIONE INTEGRALE ANCHE PER LA SERIE 1 – Le novità in arrivo da Monaco proseguono con la trazione integrale, soluzione che in casa BMW è impiegata con successo già dagli anni 80. Il sistema a quattro ruote motrici Xdrive sarà esteso ad alcune versioni sia della Serie 1 che della Serie 3. Il primo abbinamento è con il powertrain 2 litri turbodiesel da 143 CV, che darà origine alle versioni 118d xDrive, sia tre che cinque porte, e 318d xDrive con carrozzeria a 4 porte oppure station wagon. Al top di gamma si posizionerà la 335d xDrive, dotata proprio del 3 litri sei cilindri tri-turbo diesel da 313 CV, per la quale si attendono prestazioni da supercar.

CAMBIO AUTOMATICO E SAILING MODE – Entro l'estate sono previsti affinamenti anche per il cambio automatico a 8 marce che equipaggia la Serie 1, la Serie 3 e la Serie 6. LE novità riguardano una nuova funzione di launch control e soprattutto la presenza della modalità sailing (veleggiamento) che disaccoppia il motore dalla catena cinematica quando si rilascia il gas a velocità comprese tra i 50 e i 160 km/h; in pratica è come mettere in folle, ma senza i problemi che questa manovra comporta e consumando meno carburante. Aggiornamenti in vista anche per il ConnectedDrive, che potrà essere integrato con i pacchetti Driving Assistant e Driving Assistant Plus (finora riservati alla sola Serie 7), i quali comprendono fra l'altro il nuovo Lane Change Warning, che funziona già dai 20 km/h..

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

colonnine ricarica ue

Colonnine di ricarica con POS: la proposta del Parlamento UE

Blocco traffico Roma 4 dicembre 2022: orari e deroghe

Ricarica CCS vs NACS: la presa Tesla è “rischiosa” per i Costruttori