DS7 Crossback amplia la gamma motori

Sulla DS7 Crossback da oggi sono disponibili anche il 1.2 PureTech con cambio manuale e il 1.5 BlueHDI con l'automatico, entrambi da 130 CV

7 febbraio 2019 - 12:46

Si amplia l'offerta di propulsori disponibili per la DS7 Crossback. A un anno dalla sua commercializzazione, infatti, la suv del produttore francese propone due nuove unità che vanno a posizionarsi nella zona di accesso alla gamma. Il primo, il 1.2 PureTech è pensato che chi preferisce i benzina, mentre il 1.5 BlueHDI è per chi, nonostante la morsa che ultimamente attanaglia le auto con questo tipo di alimentazione, continua a preferire il diesel e che ora è disponibile anche con cambio automatico. Entrambi sono omologati Euro 6 D-temp.

PICCOLO MA POTENTE Il piccolo 1.2 PureTech del Gruppo PSA è stato insignito per ben quattro anni consecutivi del premio “Motore dell'Anno” e oggi, nella sua ultima evoluzione, entra nella gamma della DS7 Crossback rappresentando la motorizzazione di accesso non solo ai motori benzina, ma anche all'intero listino. Con un prezzo di partenza di 30.650 euro, infatti, il 1.2 PureTech in allestimento So Chic è di attacco all'intera gamma. Il propulsore eroga una potenza massima di 130 CV ed è abbinato di serie a un cambio manuale a sei rapporti.

ORA ANCHE AUTOMATICO Discorso analogo anche per il diesel. Il nuovo 1.5 BlueHDI, anche lui da 130 CV, è il propulsore di accesso alla gamma a gasolio del suv francese, con un prezzo di partenza di 31.500 euro per la versione manuale in allestimento So Chic. Ma la vera novità è rappresentata dalla possibilità di abbinare questa unità al cambio automatico a otto rapporti EAT8, che incide sul prezzo finale della vettura per 2.000 euro. Per la DS7 Crossback 1.5 BlueHDI automatica in allestimento So Chic, infatti, sono necessari 33.500 euro.

ATTENZIONE ALLA SICUREZZA Sempre al top la dotazione di sicurezza della DS7 Crossback, che fin dall'allestimento di accesso alla gamma include tra gli altri, anche l'Active City Brake per la frenata automatica, il Lane Departure Warning per avvisare il conducente del superamento involontario delle linee di carreggiata e il sistema di riconoscimento della segnaletica stradale. A questi, sulla top di gamma Grand Chic, si aggiunge il Pack Advanced Safety, che comprende il sistema di sorveglianza dell'angolo cieco, il monitoraggio della soglia di attenzione del conducente e il sistema attivo di superamento delle linee di carreggiata che interviene con piccole correzioni sul volante per riportare l'auto all'interno della corsia.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Volvo: il sistema Advanced Air Cleaner blocca il 95% delle PM 2.5

Nissan: fibra di carbonio low cost per auto più leggere fino al 60%

Le 10 migliori auto diesel del 2020