BMW 745e 2019: con l'ibrida riguadagna 2 cilindri

La nuova BMW Serie 7 2019 non cede al downsizing e con la variante ibrida plug-in il motore passa da 2 a 3 litri

4 febbraio 2019 - 14:15

A brevissima distanza dalla presentazione del restyling di metà carriera, la BMW Serie 7 si aggiorna anche nella sua variante ibrida plug-in. Stiamo parlando della BMW 745e, che compie un importante passo avanti rispetto al modello uscente, presentando soluzioni tecniche inedite in netta contrapposizione con il trend attuale che, ancor più sui modelli con forti velleità green, vuole propulsori di piccola cilindrata anche se si tratta di ammiraglie. In barba a questo concetto, la BMW 745e ha abbandonato il precedente 2 litri a quattro cilindri per passare a un più grande 3 liri a sei. Il tutto però, riuscendo comunque a mantenere basso il livello di consumi ed emissioni.

ANCORA PIÙ POTENTE Realizzata sulla base dell'ultimo restyling della Serie 7, la novità principale della nuova BMW 745e, quindi, è rappresentata dal debutto del nuovo propulsore 3.0 TwinPower Turbo a sei cilindri, che sulla berlina più grande del costruttore tedesco è in grado di sviluppare una potenza massima di 284 CV. Il motore elettrico raffreddato a liquido, invece, è lo stesso della precedente generazione. Ora però, può fare affidamento su una potenza massima di 113 CV, mentre prima erano 83, e su una coppia di 265 Nm. In questo modo la potenza complessiva di sistema raggiunge i 394 CV, 68 in più rispetto alla 740e, mentre il dato di coppia si attesta sui 600 Nm.

58 KM IN ELETTRICO A cambiare sulla 745e è anche la batteria. È sempre agli ioni di litio, ma ora ha una capacità di 12 kWh, contro i 7,4 kWh della precedente generazione. Questo le permette di garantire una migliore autonomia quando si sceglie di viaggiare in modalità completamente elettrica. In questo modo, ora è possibile percorrere fino a 58 chilometri a zero emissioni, mentre prima, con la 740e, non era possibile andare oltre i 37 chilometri di autonomia in modalità full electric.

EFFICIENZA MIGLIORATA Nonostante il nuovo e più grande motore assicuri prestazioni migliori che in passato, l'efficienza energetica della nuova BMW 745e è migliorata. Lo scatto da 0 a 100 km/h, infatti, oggi lo si effettua in un minimo di 5″1 a un massimo di 5″3, in base all'allestimento scelto. La 745e, infatti, è disponibile anche in versione a passo lungo e con la trazione integrale xDrive. La velocità massima è autolimitata a 250 km/h. Nonostante questi numeri, l'ammiraglia green di BMW dichiara un consumo medio di 2,1 l/100 km e quindi inferiore ai 2,3 della vecchia 740e da 2 litri.

LE MODALITÀ DI GUIDA Si confermano, infine, le diverse modalità di guida selezionabili , che sulla nuova BMW 745e sono state rinominate Hybrid, Electric, Battery control e Sport. La prima è quella “standard” che in maniera completamente automatica coadiuva il lavoro di entrambi i propulsori, quello termico e quello elettrico, in base alla richiesta di potenza o allo stile di guida del conducente. Electric è la modalità che permette di viaggiare spinti unicamente dal motore elettrico sfruttando i 58 km di autonomia fino a una velocità massima di 140 km/h. Particolarmente utile, invece, la funzione Battery Control, che permette di mantenere lo stato di carica della batteria preimpostato dal conducente. Sport, infine, è la modalità pensata per godere appieno delle prestazioni della 745e, sfruttando tutto il potenziale di entrambi i motori.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

BMW Serie 2 con spia cambio olio accesa fissa: come risolvere

Crash test a 150 km/h: il video shock della prova estrema

Auto nuove: la domanda in calo potrebbe abbassare i prezzi