Noleggio auto con pneumatici invernali: quanto costa?

Noleggiare un'auto nelle zone con obbligo di pneumatici invernali o catene da neve non sempre è conveniente. Ecco i costi

11 novembre 2013 - 13:50

Siamo nel cuore dell'autunno, è arrivato il freddo e con esso l'obbligo di circolazione catene da neve a bordo o pneumatici invernali montati. La disposizione è generalmente valida dal 15 novembre al 15 aprile dell'anno successivo, in tantissime regioni italiane, ma in alcuni casi, in accordo con le condizioni meteo del territorio, le date possono anche cambiare, con anticipi fino al 15 ottobre e al 15 marzo come scrivevamo in questo articolo. In tutte le zone dove vige questo obbligo c'è però un problema che attanaglia chi noleggia un'auto: pagare il costo delle catene da neve (che a volte è forfettario) o pagare un extra giornaliero per affittare un'auto con pneumatici invernali già montati, puntanto sulla sicurezza e la praticità d'uso? Un problema che, oltre a riguardare la sicurezza, si trasforma in un bel costo per il consumatore.

IL CLIENTE PAGA, MA E' UN PARADOSSO – Ogni automobilista, quindi, è tenuto ad organizzarsi per tempo, pena una multa di circa 80 euro, senza considerare i rischi dovuti alla circolazione su fondi a bassa aderenza. Ma che cosa accade quando si noleggia un'auto? Dipende, ogni società di noleggio auto adotta la sua policy e i suoi prezzi. Nei casi migliori, pneumatici da neve e catene sono disponibili dietro pagamento di un sovraprezzo, in quelli peggiori non sono nemmeno previsti. Un vero paradosso, perchè il cliente è costretto a pagare per “mettere in regola” un'auto che, a seconda delle zone, in teoria nemmeno potrebbe circolare. Ma vediamo che cosa succede caso per caso analizzando i costi dei principali brand presenti sul mercato.

AVIS – Avis offre sia le catene da neve per un importo forfettario a noleggio di 51,24 €, mentre gli pneumatici invernali costano 17,38 € se noleggiati per uno o più giorni, che diventano 69,57 € se si richiedono per una settimana. Ad ogni modo l'importo massimo addebitabile è di 208,71 €.

EUROPCAR – Europcar rende disponibili gli pneumatici invernali a un costo di 15 € al giorno, ma solo su tre auto (Fiat Punto, Fiat Bravo e Ford Focus SW) alle quali a partire dal mese di dicembre si aggiungeranno altri tre modelli (Alfa Romeo Giulietta, Audi Q5  e Fiat Freemont). Queste vetture sono disponibili solo in alcuni centri di noleggio vicini ad aeroporti e località montane, mentre le catene da neve non sono menzionate.

HERTZ – Hertz offre in opzione sia le catene da neve che hli pneumatici invernali. Le prime sono disponibili in tutte le agenzie italiane e costano di 8,54 € al giorno fino ad un massimo addebitabile di 42,70 €. Per gli pneumatici invernali, invece, servono 14,64 € al giorno, oppure 102,48 € alla settimana fino a un massimo addebitabile per mese e per noleggio di 292,80 €. Hertz specifica, inoltre, che gli pneumatici invernali non si possono prenotare via internet. Una cosa che davvero non capiamo…

MAGGIORE – Anche con Maggiore si possono scegliere sia le catene da neve che gli pneumatici invernali. Le prime costano 8,10 € al giorno fino a un massimo di 40,50 € per noleggio. Per le gomme termiche, invece, ci sono varie tariffe, che partono dai 22,70 € al giorno e arrivano al forfait mensile di 272,30 €. Anche in questo caso sono disponibili solo in alcune stazioni di noleggio.

CONCLUSIONI – Questa è la situazione dei costi nei principali autonoleggi a breve termine italiani, mentre altre realtà più piccole non dichiarano la disponibilità e i costi di questi servizi sui loro siti, mentre alcune addirittura se ne lavano le mani scaricando la responsabilità di eventuali multe sul cliente. Stupisce però il costo che viene applicato sia sulle catene da neve (esagerato, bastano pochi gg di noleggio per ripagarsi l'intero costo delle catene…) che sugli pneumatici invernali. Pur comprendendo che la gestione di un doppio treno di gomme possa aumentare i costi, crediamo che questi siano comunque troppo alti per i clienti, quelli di Maggiore poi sono altissimi (oltre 22 euro al giorno!). Senza dimenticare che in molte zone esiste un vero e proprio obbligo di legge che, di fatto, viene scaricato in modo ingiustificato sui clienti. Sarebbe più trasparente prevedere delle tariffe “tutto compreso” che includano nel noleggio catene da neve o pneumatici invernali. Che possa avvenire in futuro? La situazione, per fortuna, è nettamente migliore nei parchi auto delle flotte aziendali che, secondo un'indagine del Centro Studi Continental, nel 93% dei casi vengono equipaggiate con pneumatici invernali. A quando un trattamento simile anche per i clienti privati del noleggio a breve termine?

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Grattino scaduto

Grattino scaduto: la multa è sempre legittima?

USA: regole meno dure sulla CO2 per vendere auto più sicure

Coronavirus e Case auto: già a rischio 1,1 milioni di posti di lavoro in EU