Nissan: tra sterzo e ruote, niente

Nissan presenta il primo sistema sterzante a controllo intelligente che collega volante e ruote senza organi meccanici

18 ottobre 2012 - 7:00

Tra qualche mese le auto del colosso nipponico potrebbero già essere equipaggiate con il nuovo sistema di collegamento elettronico tra ruote e volante, che scinde l'angolo di sterzata dagli impulsi del guidatore sullo sterzo per un confort di guida ottimale su qualsiasi terreno.

ADDIO STRATTONI AL VOLANTE – A differenza dei collegamenti meccanici cui siamo abituati, la tecnologia a controllo indipendente dello sterzo, che sarà installata a bordo di alcuni modelli Infiniti, impartisce la direzione dell'auto interpretando le intenzioni del guidatore attraverso i movimenti sul volante. I segnali elettronici trasmessi agli organi delle ruote garantiranno al guidatore una risposta più veloce dall'auto, con una sensibilità di guida ottimizzata che non restituisce al volante le asperità dell'asfalto come nei sistemi di sterzata meccanici convenzionali. La percezione dinamica dell'auto sarà ripulita da tutti i contraccolpi che una strada dissestata o con asfalto irregolare costringono a stringere il volante tra le mani e a correggere continuamente la traiettoria impostata, come se l'auto fosse attratta da enormi magneti ai lati della strada.

UNA TELECAMERA CORREGGE LE RUOTE – Il tecnologico sistema di sterzata privo di trasmissione meccanica fungerà da sistema di stabilità dell'auto, poiché controllerà costantemente la direzione della stessa attraverso una videocamera, correggendo di pochi gradi l'angolo di sterzata. Il sistema di controllo direzionale dell'auto, che non ha ricevuto ancora un nome di battesimo dai tecnici giapponesi, è in grado di riconoscere attraverso una telecamera montata sul retrovisore esterno la direzione della corsia e rilevare eventuali variazioni repentine nella traiettoria (si spera che il sistema non faccia troppo affidamento sulla segnaletica orizzontale, talvolta poco visibile). I dati confrontati con la direzione dell'auto ed eventuali forze che si oppongono alla sterzata, sono trasmessi a diverse unità di controllo che decidono se correggere o no l'angolo delle ruote, per ridurre, ad esempio, gli effetti della spinta laterale del vento quando si guida in autostrada, scongiurando il rischio di una sbandata che sorprendere un automobilista su due, o forse di più.

SISTEMA DI CALCOLO DA SPACE SHUTTLE – L'affidabilità del sistema è garantita da diverse ECU di controllo, che lavorano in maniera indipendente e autonoma, e in caso di malfunzionamento di una di esse si sostituiscono a quella guasta per garantire la guida in sicurezza dell'auto. Se nella peggiore delle ipotesi tutte le centraline di controllo dovessero guastarsi o perdere l'alimentazione, si attiverebbe una frizione di backup, che collegherebbe meccanicamente volante e ruote, come “ai vecchi tempi”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Viaggiare in autobus è sicuro

Incidenti con autobus -4,5%, nel 2018 calano più degli autocarri

Pedoni regole per attraversare la strada

Pedoni: le regole per attraversare la strada

ADAS obbligatori dal 2022: l’elenco ufficiale va in Gazzetta UE