Nissan Pulsar, una Qashqai a forma di berlina

Nissan raddoppia l'offerta nel segmento C con una proposta che più classica non si può. Ecco la nuova berlina compatta Pulsar

20 maggio 2014 - 17:52

Se qualcuno pensava che le berline compatte si fossero definitivamente arrese alle crossover si sbaglia di grosso. Stiamo parlando del segmento C, quello che una volta valeva il 40% delle vendite europee e che da poco tempo, causa crisi, è stato superato dal segmento B, ma rimane comunque cruciale. Ad ogni modo, quando la casa automobilistica che ha inventanto la Qashqai e il suo successo travolgente fatto di oltre due milioni di esemplari venduti, decide di presentare anche una classicissima “hatchback”, viene da chiedersi se quello dei crossover sia un fenomeno destinato a sgonfiarsi o, quantomeno a non ingrandirsi ulteriormente. La nuova berlina compatta, del tutto inedita, si chiama Pulsar ed è stata progettata specificamente per l'Europa.

IL MEGLIO DEL GRUPPO RENAULT-NISSAN – Il legame stilistico con gli altri prodotti di del marchio giapponese, come la Qashqai è evidente, ma osservando attentamente si trovano anche non pochi richiami alla Leaf, che sarà anche 100% elettrica, ma dimensionalmente si colloca sempre nel segmento C. La lunghezza “fuori tutto” è di 4.385 mm, una misura che pone la Pulsar tra le proposte più grandi del segmento, mentre il passo di 2.700 mm dovrebbe essere garanzia di abitabilità. Sotto il cofano trovano posto i propulsori già noti e iper-collaudati del Gruppo Renault-Nissan. Inizialmente saranno disponibili il benzina DIG-T con turbocompressore da 1.2 litri che eroga 115 CV e l'onnipresente dCi 1.5 da 110 CV e 260 Nm. Per l'inizio del 2015 è atteso il 1.6 litri da 190 CV, ma nel prossimo futuro non è escluso l'arrivo anche del 1.6 dCi da 130 CV. Su alcune versioni sarà disponibile  anche la trasmissione automatica a variazione continua Xtronic.

NISSAN SAFETY SHIELD – Quanto alla sicurezza, come ci hanno raccontato i vertici Nissan in questa intervista, la volontà è quella di rendere disponibili dotazioni tecniche innovative ad un pubblico sempre più vasto. Per cui ecco un dispositivo d'avanguardia come il pacchetto Nissan Safety Shield che si basa su telecamere e radar. Le funzioni disponibili sono molteplici, dalla frenata di emergenza e l'assistenza nelle manovre di parcheggio con la rilevazione di oggetti in movimento (Moving Object Detection), al segnale di superamento involontario dei limiti di corsia (Lane Departure Warning), senza trascurare ovviamente l'Around View Monitor e il rilevamento dei veicoli negli angoli ciechi (Blind Spot Warning).

ARRIVA IN AUTUNNO – Sulla nuova Nissan Pulsar c'è il sistema di infotainment NissanConnect di seconda generazione, che offre  piena connettività con tutti gli smartphone e dispone delle funzione Google Send-to-Car, per interfacciare il proprio dispositivo con il navigatore della vettura. Sono di serie anche i proiettori anteriori a LED, che producono una luce nitida e bianca, consumando il 50% di energia in meno rispetto alle lampadine tradizionali. Verrà costruita nello stabilimento di Barcellona e per vederla sul mercato bisognerà aspettare l'autunno.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Risarcimento con procedura ordinaria sinistro

Sinistro con auto non identificata: per la Cassazione bisogna provarne la presenza

UK: la prima rotonda che dà la precedenza a ciclisti e pedoni

Previsioni traffico Natale 2019

Previsioni traffico 7, 8 e 9 agosto 2020, il weekend più caldo