Nissan: la nuova segmento B sarà prodotta a Sunderland

Mentre a Ginevra presenta la nuova concept Invitation, Nissan comunica qualche dato sullo stabilimento che produrrà la sua erede di serie

7 marzo 2012 - 14:23

La prestigiosa cornice del Salone Internazionale dell'Auto di Ginevra è servita a Nissan per presentare una nuova concept, l'Invitation, che prefigura l'aspetto del nuovo modello del segmento “B” della casa nipponica. La vettura è stata svelata ieri dal vice-presidente esecutivo di Nissan Europe, Andy Palmer. Tuttavia, la casa ha colto l'occasione di Ginevra per parlare anche dello stabilimento che produrrà il derivato di serie a partire del 2013.

INVESTIMENTI PER 125 MILIONI DI STERLINE – Si tratta dell'impianto di Sunderland, la città britannica di circa 180 mila abitanti (contea del Tyne and Wear) che ospita la grande fabbrica Nissan fin dal 1984, mentre la produzione è inziata due anni dopo. Gli investimenti previsti per adeguare la fabbrica alla produzione della futura segmento “B” Nissan ammontano a 125 milioni di sterline, ai quali se ne aggiungono 9,3 concessi dal Regional Growth Fund del governo britannico come contributo allo sviluppo industriale della zona. Oltre all'assemblaggio finale della nuova vettura, il coinvolgimento della fabbrica inglese riguarderà la fabbricazione degli assali, la lavorazione degli alberi a camme, la fusione delle testate del motore e il montaggio dei propulsori completi. Il tutto vedrà la creazione di 2mila preziosi nuovi posti di lavoro, tra i 400 che si prevedono direttamente a Sunderland e gli altri 1.600 nell'indotto dei fornitori. Le procedure di assunzione per quelli dello stabilimento, nelle aree della progettazione e della manutenzione delle linee di montaggio, sono già iniziate e con gli organici al completo la forza lavoro di Sunderland toccherà le 6mila unità.

RECORD DA BATTERE – La produzione iniziale della nuova vettura è prevista in 100mila esemplari l'anno. Nissan non ha resi ovviamente noti i valori della produzione a pieno regime (troppo presto per comunicarlo?), ma il modello derivato dall'Invitation, sommato alla produzione degli altri che già escono da Sunderland (Juke, Note, Qashqai e Qashqai+2) e da quelli che usciranno (da qui verranno a partire dal 2013 anche le elettriche Leaf destinate ai mercati europei) permetteranno quasi certamente di superare il record produttivo di 480.485 esemplari conquistato l'anno scorso nell'impianto che, secondo Trevor Mann, vice-presidente della produzione di Nissan Europe, rimane il più grande sito inglese dedicato alla costruzione di vetture.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Migliori gomme 4 stagioni 2022 – 2023: lista dei test

Move-In Piemonte: come funziona, quanti km e costo

Michelin CrossClimate 2 SUV: aderenza sorprendente nei test