Nevada: la Google car è legale

Lo stato americano è il primo a legalizzare le vetture senza conducente come la Google car. Per ora solo per la sperimentazione. Ma è già qualcosa

20 febbraio 2012 - 8:00

Lo stato del Nevada ha varato una legge, la cosiddetta Assembly Bill n° 511, che autorizza la circolazione delle auto “driverless”, cioè a guida automatica, dove è l'elettronica a sostituire il conducente. Il Nevada è il primo stato americano a farlo, anzi, per quanto ne sappiamo, è la prima amministrazione al mondo. Però anche altri stati (Florida e Hawaii) stanno pensano a qualcosa di simile.

CI VOGLIONO GLI STANDARD – La sperimentazione di queste vetture, per esempio le Google-car su base Toyota Prius e Volkswagen New Beetle che circolano già sulle strade californiane e alcuni prototipi Audi, sta procedendo, ma tra molte polemiche e perplessità da parte di chi teme che non siano del tutto sicure. Da qui, la necessità di identificare e istituire degli standard che le riguardino. La legge promulgata nel Nevada si compone di due parti. Con la prima, l'amministrazione ha permesso al dipartimento dei Trasporti di istituire le regole ammesse per la circolazione di tali veicoli in modo che possano essere utilizzati, mentre la seconda parte consente di designare le aree dove possono essere sperimentati.

POSSIBILI TELEFONATE E SMS – Entrambi gli aspetti, però, potrebbero richiedere parecchio tempo per essere tradotti in realtà. In Giappone, per esempio, si è deciso già da molti anni di istituire degli standard per i cosiddetti Personal Robot, cioè gli assistenti automatici in grado di aiutare l'uomo In molte attività quotidiane, ma a distanza di molto tempo le regole di utilizzo di questi specialissimi dispositivi non sono ancora state definite. Un terzo concetto affrontato nel Nevada, non ancora tradottosi in realtà, prevede una deroga al Codice della Strada che vieta di telefonare o inviare sms tramite il cellulare mentre ci si trova alla guida di un veicolo. Tutti gli automobilisti devono rispettare questa disposizione, ma si vuole arrivare alla sua non applicazione a favore dei soli conducenti che guidano un'auto automatica. Tuttavia, visto che l'Assembly Bill n° 511 riguarda solo la sperimentazione e poiché si prevede che i primi veicoli “self-driving” esordiranno sul mercato non prima di sette anni, le eventuali lentezze su questo aspetto non dovrebbero essere un problema ancora per molto tempo.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Consiglio acquisto auto 7 posti: budget fino a 35.000 euro

Le aziende che hanno investito di più nella guida autonoma di Uber

Le 10 città dove si può morire per le emissioni auto in Europa