Neopatentati cambia il DDL maximoto ora vietate

Finalmente un po' di chiarezza: dal DDL esce fuori misteriosamente la notizia che tutti aspettavamo ma che fino a oggi nessuno era in grado di darci: ossia che esiste la possibilità di sanzionare...

10 luglio 2007 - 14:31

Finalmente un po' di chiarezza: dal DDL esce fuori misteriosamente la notizia che tutti aspettavamo ma che fino a oggi nessuno era in grado di darci: ossia che esiste la possibilità di sanzionare i neo patentati alla guida di maxi moto. Lo spiega Michele Meta Presidente IX Commissione Trasporti e racconta una cosa che neanche i vertici del Ministero dei Trasporti erano riuscito a chiarire: “i vincoli di potenza sostanzialmente già noti sono contenuti nell'articolo 6, comma 2, del decreto del Ministro dei Trasporti 30 settembre 2003 n. 40T, di recepimento della Direttiva 2000/56/CE, che stabilisce: “2. L'autorizzazione a guidare motocicli di potenza superiore a 25 kW o con rapporto potenza/peso (riferito alla tara) superiore a 0,16 kW/kg (o motocicli con sidecar con un rapporto potenza/peso superiore a 0,16 kW/kg), è subordinata al conseguimento della patente A da almeno due anni. Questa condizione preliminare non è richiesta se il candidato è di età non inferiore a 21 anni e supera una prova specifica di controllo della capacità e dei comportamenti”, mentre con il DDL concluso in Aula alla Camera nei giorni scorsi si è colta l'occasione per richiamare i suddetti limiti comunitari, nonché le sanzioni, all'interno dell'articolo 117 del Codice della strada, in luogo di quelli nazionali, approvando un emendamento del Governo sostitutivo del soppresso comma 1 dello stesso art. 117, che recita appunto: “1. È consentita la guida dei motocicli ai titolari di patente A, rilasciata alle condizioni e con le limitazioni dettate dalle disposizioni comunitarie in materia di patenti”.”

Pertanto gli allarmi lanciati in proposito sulla possibilità per i giovani neopatentati di poter guidare moto molto veloci e di grossa cilindrata possono rientrare. Resta il fatto che il DDL è a dir poco confuso (e questo apre una voragine per i giudici di pace), e che fino all'intervento del Presidente della IX Commissione Trasporti della Camera i vertici del Ministero dei Trasporti continuavano invece a ripetere che le maxi moto erano vietate ai neo patentati in applicazione dell'articolo 125 del codice della strada che punisce la guida con “patente inadeguata”.

http://www.repubblica.it/2007/07/motori/motori-luglio-2007/motori-ddl/motori-ddl.html?ref=mothpstr2

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Trasformare un'auto in elettrica

Trasformare un’auto in elettrica: in arrivo un bonus del Governo

Parabrezza montato male: cosa succede in caso d’incidente?

Codice della Strada

Codice della Strada: attenti alle ‘bufale’ in rete