Nella notte di venerdì 2 luglio oltre 200 controlli, 2 patenti ritirate e momenti di tensione sulle strade di Bergamo e Milano

I ragazzi partecipanti al progetto "On the Road 2010", insieme ad alcuni loro coetanei, protagonisti a fianco delle Forze dell'Ordine per prevenire le stragi del fine settimana.

4 luglio 2010 - 11:36

I ragazzi partecipanti al progetto “On the Road 2010”, insieme ad alcuni loro coetanei, protagonisti a fianco delle Forze dell'Ordine per prevenire le stragi del fine settimana

Si è svolta nella notte tra venerdì 2 e sabato 3 luglio la prima “Notte on the road 2010”. L'iniziativa – scaturita dalla sensibilità dell'ideatore del format, il giornalista Alessandro Invernici, e del responsabile delprogetto, l'agente Giuseppe Fuschino – si inserisce all'interno del progetto”On the road 2010″, il format educativo unico in Italia, che coinvolge 8 studenti delle scuole superiori delle province di Bergamo e Milano, operativi a fianco delle Forze di Polizia locali per 5 settimane.

Nella notte di venerdì, a partire dalle ore 22 fino alle 2 del sabato, gli 8 ragazzi che partecipano al progetto “On The Road 2010” hanno affiancato gli agenti della polizia locale nelle attività di controllo e pattugliamento del territorio.

Il Consorzio Valseriana, unitamente ai Carabinieri della stazione di Alzano Lombardo, ha effettuato il posto di controllo a Nembro, al km 9.700 della SP 35 (centro Daina) su entrambi i sensi di marcia. Il Consorzio Terre del Serio, invece, ha svolto i controlli sulla statale 11 a Mozzanica. Il Corpo di Polizia Locale di Melzo, a fianco della la Polizia Stradale di Milano, infine, ha controllato i veicoli in transito sulla SP 13.

Gli “agenti-teenager”, attivi da ormai due settimane a fianco dei vari corpi di Polizia Locale, hanno coinvolto nella speciale notte di controlli alcuni loro coetanei ed amici, alimentando così la creazione di una coscienza comune in merito alla sicurezza stradale e all'abuso di alcol e droghe. L'iniziativa di prevenzione ha contribuito ad avvicinare i giovani all'operato delle Forze dell'Ordine, sensibilizzandoli in tema di sicurezza stradale e contribuendo a colmare la distanza tra ragazzi e tutori dell'ordine pubblico.

Tutti i partecipanti hanno così potuto rendersi conto direttamente dei rischi deleteri dell'abuso di sostanze (alcol e stupefacenti) che possono alterare la percezione del rischio “on the road”, soprattutto in caso di guida di un veicolo, nonché dei rischi della velocità. Oltre 200 i veicoli fermati, due patenti ritirate per guida in stato di ebbrezza, una persona denunciata a piede libero perché alla guida sprovvista di patente e diverse sanzioni comminate per violazioni al codice della strada come la mancata revisione del mezzo, la dimenticanza dei documenti o il superamento dei limiti di velocità.

Non sono mancati durante la notte momenti di tensione, vissuti anche dai ragazzi e dai reporter, come quello registratosi a Nembro dove un veicolo non si è fermato all'alt provocando quindi un inseguimento da parte degli agenti e dei militari.

Una crescita di responsabilità sulle strade è comunque sottolineata dal comandante del Consorzio di Polizia Locale Terre del Serio, Antonello Pizzaballa, che dichiara di avere fermato un autovettura il cui conducente, al quale anni fa era stata ritirata la patente, ha ringraziato gli agenti dicendo “Grazie per avermi fermato quella volta: ora ho davvero imparato la lezione”.

La prima “Notte On the Road” è poi stata l'occasione per la Polizia Locale di Melzo di utilizzare l'innovativo sistema “Police controller” per il controllo dei dati di cronotachigrafi digitali ed analogici.

Ad accompagnare gli “agenti teenager” anche alcuni giovani reporter che hanno percorso le strade della Bergamasca e del Milanese documentando i controlli. Anche gli aspiranti cronisti, laureandi e neolaureati dell'Università degli Studi di Bergamo, durante la “Notte On The Road” hanno potuto cogliere tutti gli aspetti dell'iniziativa e verificare, in prima persona, ciò che succede sulle nostre strade di notte.

Nei prossimi week-end di luglio, inoltre, sono previste altre “Notti On The Road” alle quali parteciperanno genitori, istituzioni e ospiti speciali, tutti operativi al fianco degli agenti. Una vera sperimentazione sul campo iniziata l'anno scorso, finalizzata a “vedere con i propri occhi” la realtà delle strade di notte e a prevenire, insieme alle Forze dell'Ordine, le tristemente note stragi del fine settimana.

Grazie ad una web tv accessibile dal sito www.ragazziontheroad.it, che racconta la vita quotidiana degli “agenti teenager” all'opera nelle attività quotidiane, è possibile visionare i filmati di questa prima “Notte On The Road”.

L'iniziativa, da un format del giornalista Alessandro Invernici, è unica nel suo genere a livello nazionale. Coordinata in prima persona dal Prefetto di Bergamo Camillo Andreana in sinergia con la Questura orobica vede, tra diverse altre istituzioni fra cui il comando provinciale dei Vigili del Fuoco e dei Carabinieri, la partecipazione del Consorzio di Polizia Locale Valseriana (ente capofila dell'iniziativa), del Consorzio di Polizia Locale Terre del Serio, del Corpo di Polizia Locale di Orio al Serio, del Comando di Polizia Locale della città di Melzo e la collaborazione della Polizia Locale di Bergamo.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Migliori gomme 4 stagioni 2022 – 2023: lista dei test

Move-In Piemonte: come funziona, quanti km e costo

Michelin CrossClimate 2 SUV: aderenza sorprendente nei test