Nel 2016 compreremo solo auto dotate di telecamere?

Sono sempre più le auto che offrono sistemi di sicurezza attiva con telecamera. Quando saranno di serie? Ne abbiamo parlato con gli ingegneri TRW

25 giugno 2013 - 8:00

In occasione del lancio della nuova telecamera TRW S-Cam3 abbiamo chiesto agli ingegneri TRW, uno dei principali produttori di sistemi di sicurezza per l'industria automobilistica, quando dispositivi come LDW e AEB diventeranno obbligatori come lo sono diventati gli airbag, l'ABS e l'ESC.

SICUREZZA ATTIVA 3.0 – La telecamera modulare TRW S-Cam è in grado di distinguere un pedone fermo o in movimento da qualsiasi altro ostacolo sulla strada. La tecnologia attuale, che tra qualche anno lascerà posto alla più efficiente S-Cam3, confronta l'immagine catturata 15 volte al secondo con la banca dati di cui dispone il sistema, interrogando anche i sensori radar sulla corrispondenza dell'oggetto identificato e sulla sua posizione istantanea. La S-Cam3 che TRW è pronta a produrre negli Stati Uniti, offrirà varie funzioni di sicurezza, come l'avviso di deviazione dalla corsia, l'avviso anticollisione anteriore, il controllo fari, il riconoscimento automatico dei segnali stradali e il rilevamento pedoni. Se integrata con altri sistemi di controllo del veicolo, l'S-Cam3 può anche assistere il guidatore con funzioni avanzate, come l'assistenza al mantenimento del centro corsia (sulle auto equipaggiate con sterzo elettrico) e la frenata automatica di emergenza (con il radar e il controllo elettronico della stabilità). Con lo sviluppo della tecnologia scalabile S-Cam3 TRW prevede una forte domanda di sistemi di telecamere, considerata la frequenza di incidenti. Cosa frena le Case costruttrici a montarle di serie su tutte le auto? Un  intervento normativo sull'obbligatorietà dei sistemi di sicurezza attiva aiuterebbe a ridurre gli incidenti? L'abbiamo chiesto a TRW.

LE STELLE DETTANO LEGGE – In teoria basterebbe una normativa europea a rendere le strade più sicure anche in Italia, imponendo alle Case costruttrici l'installazione di sistemi di sicurezza obbligatori come l'AEB (Autonomous Emergency Braking) o l'LDW (Lane Departure Warning). Abbiamo chiesto spiegazioni ai tecnici TRW, che hanno evidenziato come la diffusione dei sistemi di sicurezza attiva sarà inizialmente legata alle stelle assegnate nei crash test Euro NCAP. “Negli ultimi anni c'è stata una grande accelerazione sui sistemi di sicurezza attiva anche in funzione delle regolamentazioni imposte dagli Istituti indipendenti nei crash test per raggiungere una migliore valutazione”. In pratica l'introduzione di protocolli più severi per il raggiungimento delle 5 stelle dal 2015, 2016 e 2017, spingerà le Case costruttrici ad equipaggiare le auto con sistemi di sicurezza attiva sempre più evoluti. “Soprattutto in Europa ci sarà una larga diffusione dei sistemi di sicurezza attiva proprio in funzione degli obiettivi dei singoli Costruttori, che potranno puntare ad ottenere valutazioni massime nei test Euro NCAP oppure accontentarsi delle 4 stelle rinunciando ad alcuni contenuti”. Dal punto di vista normativo, quindi, ci sarà da aspettarsi (non è ancora chiaro quando) un recepimento delle linee guida definite dal programma europeo per la valutazione dei nuovi veicoli (Euro NCAP) che renderà obbligatoria l'installazione di telecamere o radar presumibilmente dal 2015/2016. Quindi, così come è avvenuto per gli airbag, l'ABS (obbligatorio dal luglio 2002) e l'ESC (dal 2012) i migliori sistemi di sicurezza diventeranno obbligatori sulle auto di nuova omologazione, migliorando la sicurezza stradale di tutti i cittadini europei.

PRONTA NEL 2016 – Tornando alla S-Cam3, questa telecamera è stata realizzata in collaborazione con Mobileye che ha curato lo sviluppo degli algoritmi di visione per automobili (la sua telecamera aftermarket è stata testata anche dal TCS) e sarà disponibile nel 2016. “Prevediamo che nei prossimi cinque anni nel Nord America vi sarà una forte domanda di sistemi di telecamere, in particolare alla luce dell'elevata frequenza di incidenti causati dalle deviazioni dalla corsia. – ha commentato Peter Lake, executive vice president, Sales and Business Development TRW –  Secondo i dati 2011 della NHTSA (National Highway Traffic Safety Administration), il 53% degli incidenti stradali mortali sono causati da uno spostamento dalla corsia e, in base alle stime dell'IIHS (Insurance Institute for Highway Safety), i sistemi di avviso di deviazione dalla corsia e di assistenza al mantenimento della corsia potrebbero salvare oltre 7.500 vite l'anno negli Stati Uniti.”

1 commento

Ettore
17:26, 23 ottobre 2016

Buongiorno, desidero sapere se può essere montata la telecamera anticollisione su Audi Q3 del 2015 business. In attesa cordialità.
Martorana

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Incidenti stradali: negli USA è record di vittime dal 2005

Parcheggio Malpensa terminal 1 e 2: costo e orari 2022

Multa zona traffico limitato: quanto costa?