Napoli: ora rubano i sedili delle auto

Incredibile a Napoli: ci mancava il furto dei sedili dell'auto

4 settembre 2013 - 7:00

I ladri si evolvono di pari passo con la crisi, e ormai qualsiasi pezzo dell'auto fa gola. Tanto che a Napoli sono arrivati a rubare i sedili di una macchina, come testimonia anche il video in basso.

SORPRESA TERRIBILE – Il ladro (o i ladri?) ha rotto il vetro anteriore sinistro non per l'autoradio (stile anni 80) né per gli pneumatici (furto sempre in voga), ma addirittura per i sedili davanti di una Fiat Punto. Il tutto testimoniato dal filmato pubblicato su YouTube da Mario Amitrano: una vettura, parcheggiata nella splendida via San Giacomo dei Capri, nel quartiere Arenella, senza i suoi sedili anteriori. Il tutto condito da danni ingenti non solo al cristallo, ma anche alla tappezzeria. Evidentemente, il ladro avrà poi il suo tornaconto andando a rivendere i sedili; oppure, più semplicemente, qualcuno aveva bisogno dei sedili della Fiat Punto, e non s'è fatto scrupolo di impossessarsi di quella di una vettura simile in sosta.

POLIZZE AUTO ALLE STELLE – Ed è proprio per furti come questo se le polizze assicurative dell'auto, a Napoli, schizzano alle stelle: al di là della Rc auto, legata a episodi che avvengono durante la circolazione, le polizze a tutela della macchina, contro furto, incendio, atti vandalici, sono costosisissime. I costi e i rischi a carico delle Assicurazioni sono molto elevati, così i prezzi vanno a braccetto con quello della Rca. E se, per la Rc auto, le Compagnie sono tenute a rilasciare un preventivo (talvolta eludendo quest'obbligo con tariffe esorbitante), per quanto riguarda qualsiasi altra polizza accessoria sono libere di non rilasciare preventivi. Neppure a fronte di antifurto importante.

SITUAZIONE PESANTE – A livello assicurativo, la questione Napoli (e Caserta) è così pesante che diverse società di noleggio non consentono di eliminare la franchigia contro il furto: significa che, se la macchina sparisce, chi l'ha presa a noleggio sarà tenuto a versare una somma di denaro, la franchigia. Che, al momento della firma del contratto, non è possibile eliminare, neppure pagando una tariffa di noleggio molto più salata.

1 commento

Paoblog
8:24, 4 settembre 2013

Su questa basi comincio a capire come mai ci possano essere sedili rotti abbandonati nei prati.

Vedi: http://paoblog.net/2013/09/02/rifiuti-47/

Se vai dal carrozziere ci pensa lui a fare le cose nel modo corretto (si spera), ma la (criminale) sostituzione “fai da te” dei sedili genera un rifiuto da smaltire e, ovviamente, uno che ruba i sedili da un'auto non sarà poi così civile da chiamare l'Amsa per farli portare via.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Gli italiani fanno meno km degli altri automobilisti in Europa

Metano auto

Metano auto: aumento del contributo gestione bombole dal 1° ottobre

Come guadagnare un reddito extra dal proprio garage