Multe: nullo il verbale su copia meccanografica senza firma autentica

Si segnala una sentenza del Giudice di Pace di Lecce inerente alle multe: "Inesistenza del verbale in assenza di prova della sottoscrizione autentica sull'originale...

4 Febbraio 2010 - 11:02

Si segnala una sentenza del Giudice di Pace di Lecce inerente alle multe: “Inesistenza del verbale in assenza di prova della sottoscrizione autentica sull'originale da parte di colui che lo ha redatto”.

E' giurisprudenza consolidata secondo cui sull'ente che adotta la sanzione per violazione alle norme del Codice della Strada incombe comunque l'onere di provare la legittimità del suo operato in caso di opposizione da parte del cittadino multato. Nel caso in esame a seguito di un ricorso avverso un'ordinanza di ingiunzione prefettizia che si riferiva al rigetto di un'opposizione a verbale elevato dalla Polizia Municipale del Comune di Lecce, quest'ultimo, quale autorità delegata dal Prefetto nel resistere in giudizio, aveva depositato quale originale del verbale notificato mediante copia meccanografica, altra ed identica copia meccanografica dello stesso che presentava firme riproduttive mediante scanner del dirigente comandante della Polizia locale e del responsabile del procedimento che ne attestava la conformità all'originale e la notifica.

Secondo il Giudice di Pace di Lecce con la sentenza n° 6692/2009 del 15/12/2009, che si rifà ad altri precedenti giurisprudenziali in materia, trattasi quest'ultimo di atto (ndr il verbale) che in assenza di sottoscrizione autentica da parte di colui il quale lo ha redatto non può ritenersi venuto mai in esistenza. Per queste ragioni, il Gdp di Lecce ha accolto il ricorso ed annullato l'ordinanza di ingiunzione che si riferiva al suddetto verbale.

 

fonte

Commenta con la tua opinione

X