Multe, Cassazione: gli ausiliari possono rilevare infrazioni solo all’interno delle strisce bl

Con la sentenza n.5621 del 9 marzo scorso la Corte di Cassazione ha stabilito che gli ausiliari del traffico,dipendenti di società private, possono rilevare le infrazioni relativealla sosta solo...

11 Marzo 2009 - 07:03

Con la sentenza n.5621 del 9 marzo scorso la Corte di Cassazione ha stabilito che gli ausiliari del traffico,dipendenti di società private, possono rilevare le infrazioni relativealla sosta solo all'interno delle strisce blu della zona inconcessione. Per Adoc la sentenza dà ragione alle proteste dell'Associazione. Multe, Cassazione: gli ausiliari possono rilevare infrazioni solo all’interno delle strisce blu Multe TUTTO SU «Giusta la sentenza della Cassazione sugli ausiliari del traffico,dà ragione alle nostre proteste e a quelle di migliaia di automobilisti- dichiara Carlo Pileri, Presidente dell'Adoc – ed evidenzia l'enormeconfusione che si vuole mantenere riguardo il Codice della Strada, lecui disposizioni sono frequentemente eluse dai Comuni italiani al soloscopo di fare cassa.

Si pensi che ogni anno, in media, si pagano circa300 euro l'anno procapite di multe, con guadagni stratosferici per lecasse comunali.Solo nel 2007, ad esempio, Roma ha intascato circa 256 milioni di euro,Milano 150 milioni, Torino 100 milioni.

Strisce blu, T-red e autoveloxsono stati spesso adottati proprio per imporre nuove, e a volteassurde, tasse locali e non per garantire vivibilità e sicurezza,diventando l'incubo giornaliero degli automobilisti. Che ormai non sonopiù in grado di sapere quali siano i loro diritti e i loro doveri. Lasentenza della Cassazione è l'occasione per fare definitivamentechiarezza sul ruolo degli ausiliari del traffico e per chiedere unariforma definitiva del Codice della Strada, che sia condiviso estabile, non modificabile in base agli umori e agli articoli che esconosui giornali, e in grado di portare certezza nel campo del dirittostradale.

D'altronde, è il Codice che più di tutti gli altri vieneutilizzato dai cittadini italiani, è necessario sia più chiaro erigido.» L'Adoc evidenzia, inoltre, come le multe elevate dagliausiliari del traffico in violazione di quanto espresso nella sentenzasono annullabili. Pertanto l'Adoc invita coloro che vogliono effettuareun ricorso a rivolgersi presso le sedi locali dell'Adoc.

fonte

Commenta con la tua opinione

X