Motorizzazione Milano: chiusa per mancanza di straordinari

A febbraio, sportelli chiusi per colpa di una direttiva europea che limita le ore di straordinario dei dipendenti

8 febbraio 2013 - 6:00

Milano, pessima sorpresa per parecchi automobilisti che – nei giorni scorsi – si sono recati in Motorizzazione durante il normale orario di lavoro: hanno trovato gli sportelli chiusi. Il motivo? Una direttiva europea limita le ore di straordinario dei dipendenti.

LE 12 ORE – La Motorizzazione ha disposto la chiusura al pubblico per due giorni a settimana perché il ministero dei Trasporti ha applicato una direttiva europea vecchia di dieci anni sulle ore di straordinario, che non possono essere più di 12 a settimana. Ogni lavoratore non può quindi fare più di 48 ore di lavoro totale. Le proteste degli automobilisti sono rimaste senza risposta, come racconta repubblica. Martedì e giovedì, la sede della Motorizzazione civile milanese non apre, con le telefonate che restano inevase: un messaggio registrato informa di come la chiusura straordinaria di due giorni la settimana proseguirà per tutto il mese di febbraio; segue l'invito a contattare l'ufficio relazioni con il pubblico. Già, ma questa è un'indicazione generica: la voce preregistrata non fornisce nessun numero di telefono. La rabbia degli utenti è (comprensibilmente) tale che qualcuno pensa di citare per danni la Motorizzazione.

BEL GUAIO – Dice Nicola Cavalieri, funzionario di Cgil Funzione pubblica: “Il problema è che la direzione della Motorizzazione milanese ha deciso di tagliare proprio le ore di sportello. In questo modo, i dipendenti della struttura possono occuparsi dei servizi che svolgono per 'conto terzi', come le immatricolazioni di parti speciali per le case automobilistiche o gli esami per le scuole guida. È una scelta che come sindacato contestiamo”. Stando a Marco Donzelli, presidente di Codacons, “quello che sta succedendo a Milano è gravissimo, tanto da richiedere un intervento del ministero dei Trasporti. La spending review è un'esigenza, ma non si possono interrompere servizi essenziali. Già normalmente per i cittadini è difficile rapportarsi alla Motorizzazione, ufficio poco efficiente e molto burocratizzato. I due giorni di chiusura settimanale rendono la situazione insopportabile”. È il taglio delle spese che si ripercuote negativamente sugli automobilisti; si arriva al paradosso che il guidatore è sempre più schiacciato da tasse e balzelli, ricevendo in cambio servizi che peggiorano nel tempo: assurdo.

2 commenti

marco
11:33, 8 febbraio 2013

le ore di straordinario riguardano quando i dipendenti escono a fare gli esami per le patenti e le revisioni presso le officine. Gli sportelli sono chiusi per mettere tutti i dipendenti a fare gli esami patenti fuori.

napolitano
19:13, 11 marzo 2014

il lavoro e' tutto impostato su guadagni extra stipendio.Moltissimi al mattino fanno finta di lavorare perche' a questi interessa solo farsi pagare gli straordinari pagati dalle autoscuole.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Misure antismog Emilia-Romagna

Emilia-Romagna: stop diesel Euro 3 dall’1 ottobre 2022 (ed Euro 4 nel 2023)

Move-in Milano: come chiedere la deroga per gli accessi in Area B

Lo Psicologo del Traffico 15 anni dopo: chimera o realtà?