Motor Show di Bologna e Milano: a che punto siamo?

Motor Show di Bologna e Milano: a che punto siamo? GL Events e Cazzola lavorano su due Motor Show quasi contemporanei: chi la spunterà?

GL Events e Cazzola lavorano su due Motor Show quasi contemporanei: chi la spunterà?

12 Giugno 2014 - 09:06

Bologna e Milano vanno avanti per la loro strada. Due Motor Show in Italia in dicembre, in un mercato auto sempre in difficoltà nel nostro Paese. Quasi una follia tutta italiana. Non ci resta che fare il punto sui due appuntamenti. Ma le Case automobilistiche stanno alla finestra, prendono tempo: ancora non sanno dove presenziare. Per molte di loro, ormai l'auto la reclamizzano fuori dal circuito classico, come le mostre del Mobile e del Design, per fare un esempio. E poi in agosto il Moscow International Motor Show, dal 2 al 19 ottobre il Mondial del L'Automobile a Parigi e, quindi Los Angeles, dal 12 al 15 gennaio 2015 il Detroit Auto Show e New York.

BOLOGNA VUOLE RIPRENDERE IL TRAGITTO – Il 38° Motor Show di Bologna, 37 anni di storia – ha scritto di recente Giada Michetti, amministratore delegato di GL Event Italia – come Ginevra è inserito nel calendario Oica ma da sempre ha avuto una differente connotazione più legata a show, sport e attività dinamica che all'esposizione statica del prodotto auto. La nostra rassegna nasce e si afferma proprio grazie alla passione per l'auto, in un territorio, l'Emilia-Romagna sempre vocato ai motori. Un'indagine Censis evidenzia che il 70% degli italiani sa cos'è il Motor Show, quando si tiene e dove grazie ad una popolarità costruita in quasi quattro decenni. Un Salone che ha saputo stabilire un'affinità tra il suo pubblico ed il mondo dei motori. Un vero trend setter nel panorama fieristico. Un appuntamento che ha luogo a Bologna, il cuore della Motor Valley, città centrale e facilmente raggiungibile da ogni parte d'Italia, nell'unico quartiere fieristico (Bologna Fiere) con un casello dedicato. Un Motor Show che prevede si un'arena dedicata al motorsport, il cui programma culmina con l'esibizione della F1 e del Memorial Bettega, sia ben 10 aree esterne dedicate ai test drive”. Si disputerà dal 6 a l14 dicembre, con il 4 e 5 riservati alla stampa, con l'headline . Un Motor Show reso possibile, dopo il forfait del 2013, dalla collaborazione tra GL Events e Bologna Fiere. Un Salone che anche nel centro storico di Bologna, con musica e appuntamenti. Sotto le due Torri esisteranno alcune appendici dell'evento con notti bianche ed il coinvolgimentodi commercianti ed istituzioni.

MILANO GUARDA ALL'EXPO – L'Auto Show si svolgerà dall'11 al 21 dicembre, addirittura in contemporanea nelle giornate comprese fra l'11 e il 14. Ad organizzarlo è Alfredo Cazzola, ex patron di Virtus e Bologna, ma soprattutto numero uno del Motor Show bolognese fino al 2006. Vuole contare, da buon professionista del settore, sul traino dell'Expo 2015. Lo abbiamo intercettato sabato mattina a Bologna mentre era diretto in taxi, insieme all'ing. Mauro Coppini, all'Università di Bologna per presenziare alla consegna della laurea a ad honorem in Design Walter de Silva, il direttore del design del Gruppo Volkswagen. Alla cerimonia c'era anche il top manager del Gruppo VW Martin Winterkorn. Cazzola ha fatto il punto sulla sua rassegna: “Le prospettive sono molto buone perchè abbiamo concluso la presentazione dei nostri progetti che ritengo molto innovativi. La novità più significativa è la grande piattaforma internazionale di una città come Milano, unita alla nostra proposta di comunicazione integrata che unifica i grandi media, il centro fieristico e la città riconosciuta come creatrice di stile e di tendenza. Il visitatore del mio Auto Show sarà collegato all'evento ancora prima di lasciare la sua abitazione. Grazie allo smartphone potrà godere di una offerta integrata fatta del viaggio low cost o con l'alta velocità, dell'ingresso al Salone, della programmazione della prova di una particolare vettura e dell'eventuale contatto con la Rete commerciale in caso di interesse all'acquisto. Alle Case abbiamo formulato delle proposte di investimento che vanno da 100.000 a 350.000 euro, con esclusione dei costi di allestimento” .

POSSONO CONVIVERE I DUE EVENTI? – Secondo noi no. L'industria automobilistica dovrà scegliere la proposta che più si avvicina alle esigenze del brand per il mercato italiano. E la mancanza di un elenco delle Case costruttrici che parteciperanno a Bologna o a Milano lo conferma chiaramente. I marchi sceglieranno una sola manifestazione, quale delle due? I bookmakers inglesi sono avvisati. Quale quote elaboreranno, a chi affideranno il ruolo di favorito?

MERCATO ITALIA – Dopo cinque mesi di ripresina, il mercato auto del nostro Paese è tornato in rosso con un – 3,8% in maggio che comunque non inverte il segno dei primi 5 mesi del 2014. A maggio sono state commercializzate 5.240 auto in meno dello stesso mese 2013. Di queste 4.461 sono state perse dal Gruppo Fiat (- 10,8%), Gruppo che continua la marcia del gambero in fatto di numeri e di quote in Italia mentre accelera spedita negli Usa

Commenta con la tua opinione

X