Modenesi (quasi) virtuosi al volante nel periodo 2007-2010

Secondo alcune statistiche, i cittadini di Modena guidano responsabilmente. Ma molti non allacciano le cinture posteriori, e qualcuno beve

9 maggio 2011 - 12:53

Il Servizio Sanitario Regionale dell'Emilia Romagna ha fornito alcuni interessanti dati comportamentali riferiti alla guida dei veicoli raccolti nella provincia di Modena nel periodo 2007-2010 dal PASSI (Progressi delle Aziende Sanitarie per la Salute in Italia), un sistema che rileva le abitudini e gli stili di vita della popolazione adulta italiana d'età compresa tra i 18 e i 69 anni.

L'88% ALLACCIA LE CINTURE, MA… – Dall'analisi dei dati, emerge che nell'arco di tempo considerato i modenesi alla guida di veicoli hanno adottato comportamenti abbastanza responsabili. Il 98% degli intervistati ha dichiarato di indossare sempre il casco mentre guida un motociclo, mentre l'88% di coloro che viaggiano sui sedili anteriori di una vettura allaccia sempre la cintura di sicurezza. Tuttavia, vi sono ancora alcune aree dove il comportamento in tema di sicurezza stradale è suscettibile di miglioramenti. Per esempio, soltanto1% dei modenesi utilizza costantemente le cinture posteriori, mentre il 12% dei non astemi riferisce di aver guidato nell'ultimo mese almeno una volta sotto l'effetto di alcol, cioè di aver assunto non meno di due unità alcoliche nell'ora precedente il viaggio, una percentuale che sale al 17% tra chi risiede nei comuni montani. Suddiviso per sessi, il campione risponde indicando che tale comportamento è stato assunto nel 16% dagli uomini e nel 6% delle donne. L'11%, invece, dichiara di aver viaggiato nell'ultimo mese insieme a un guidatore che risultava sotto l'effetto di alcol, percentuale che sale al 19% tra i giovani (18-24 anni) e scende parecchio tra gli anziani (50-69 anni), che sono appena il 6%.

I CONTROLLI – Altri dati del PASSI, riferiti però al periodo 2008-2010, indicano che in provincia di Modena il 39% dei guidatori tra i 18 e i 69 anni ha subito nell'ultimo anno almeno un controllo da parte delle Forze dell'ordine mentre, percentuale che sale al 44% nella fascia di età 18-49 anni e scende al 31% in quella 50-69 anni. Tuttavia, appena il 12% di coloro che hanno subito un controllo (quindi, il dato è da interpretarsi come un “di cui”) dichiara di essere stato sottoposto al test con l'etilometro. Sul totale degli intervistati modenesi, l'etiltest è stato subito solo dal 4%. L'ha subito il 23% dei 18-24enni e il 5% dei 50-69enni, il 18% degli uomini e il 10% delle donne.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Monopattini in sharing

Monopattini in sharing: chiesta la rimozione per elevato rischio di contagio

Acquisto auto online: lo farà il 10% degli italiani entro il 2030

Auto nuova: noleggio a lungo termine o acquisto?