Questo sito contribuisce alla audience de

Mille imprevisti dei viaggi: che fare

Come reagire in caso di qualsiasi imprevisto legato all'auto

Mille imprevisti dei viaggi: che fare
Nessun dramma, un piccolo problema legato all'auto durante un viaggio estivo può succedere: certo, è una doppia seccatura, perché ci si sta recando verso i mari e i monti, ma si i danni si possono limitare. Basta essere un minimo organizzati.

PREVENZIONE

Prima di mettersi in viaggio, verificate adeguatamente l'efficienza dell'auto, in particolare:
  • usura e pressione delle gomme,
  • livello dei liquidi (olio motore, liquido di raffredamento e tergicristalli),
  • funzionalità dei freni, delle luci e dei tergicristalli.
Una corretta manutenzione dell'auto è fondamentale per garantire sicurezza durante il viaggio e una particolare attenzione va dedicata agli pneumatici: il limite minimo legale della profondità del battistrada è fissato in 1,6 mm.
E mantenete gli pneumatici alla giusta pressione.

VIABILITÀ

Una regola importante da seguire per la sicurezza è quella di informarsi sempre sulle condizioni della viabilità e del tempo. Autostrade per l'Italia in collaborazione anche con altri operatori mette a disposizione diversi canali che forniscono quotidianamente informazioni sul traffico:
  • www.autostrade.it: informazioni sul traffico, meteo, webcam, percorsi e costi del viaggio,
  • call center viabilità 840.04.21.21: 120 linee operative 24h, 7 giorni su 7, con l'addebito del solo scatto alla risposta senza limiti di tempo
  • Isoradio 103.3: informazioni continue sulle condizioni del traffico,
  • RTL 102.5: informazioni sul traffico 24h in diretta dal Centro Multimediale di Autostrade per l'Italia con una copertura della rete pari ad oltre il 95%,
  • TV: Canale 5 e La7 con le informazioni di viabilità tutte le mattine e i notiziari "Che traffico farà",
  • navigatori satellitari: informazioni di viabilità certificate trasmesse sui principali navigatori abilitati al servizio grazie ad Infoblu (società controllata da Autostrade per l'Italia),
  • 1.200 pannelli a messaggio variabile: dislocati lungo la rete in media ogni 14 km e all'ingresso di tutti i caselli autostradali forniscono informazioni di viabilità e in situazioni di traffico regolare trasmettono messaggi sui servizi e sui corretti comportamenti di guida.
Inoltre, le informazioni di viabilità di Autostrade per l'Italia vengono fornite al CCISS (Centro Coordinamento Informazioni sulla Sicurezza Stradale) per la relativa diffusione su: Radio Rai (Onda Verde), Rainews24.

FORATURA

In caso di foratura in autostrada, per quanto possibile, sarebbe opportuno non fermarsi in corsia d'emergenza: qui i pericoli si moltiplicano, a causa dell'intenso traffico. Secondo l'opinione comune la corsia di emergenza serve se ci si vuole fermare con sufficiente sicurezza lungo le autostrade e le superstrade: errore gravissimo. In realtà la corsia di emergenza è un luogo molto pericoloso nel quale ci si può fermare solamente se non ci sono altre soluzioni. Molto frequenti, infatti, gli investimenti in corsia di emergenza da parte di auto o camion che sopraggiungono. Per cambiare una gomma, procedete almeno fino alla piazzola di sosta più vicina. E comunque anche la piazzola di sosta è un luogo pericoloso nel quale è consigliabile fermarsi per il tempo strettamente necessario. Ricordate che ogni anno sulla rete di Autostrade per l'Italia circa 20 persone muoiono in corsia di emergenza o nelle piazzole di sosta per incidenti che coinvolgono mezzi fermi o in fase di ripartenza. In definitiva, l'area di sosta è la soluzione perfetta.

FURTI

Però, a proposito di aree di servizio, purtroppo con questi chiari di Luna vanno tenuti gli occhi aperti più che mai: attenti ai furti in autogrill (peraltro non attrezzati a dovere). Se potete, non allontanatevi troppo dalla vettura, e comunque ecco qui i trucchi dei ladri, come spiegati dalla Polstrada che ne ha colti diversi con le mani nella marmellata.

NUMERI UTILI

Chi chiamare in caso di emergenza (se è il caso, liberare velocemente l'autostrada mettendosi al riparo).
  • 113 Polizia di Stato,
  • 118 soccorso sanitario,
  • 115 Vigili del Fuoco,
  • fornendo le corrette informazioni sul chilometro progressivo in cui vi trovate.
  • Per richiedere soccorso meccanico: ACI Global 803.116; Europ Assistance VAI 803.803,

ESA Euro Service Assistance 800.584.811 per i soli tratti A1 Milano-Napoli nel tratto Fabro-Napoli (dal km 417,6 al km 759,3); A1 Diramazione Roma Nord; A1 Diramazione Roma Sud; A12 Roma-Civitavecchia; A16 Napoli-Canosa nel tratto Napoli-Lacedonia (dal km 0 al km 127,6); A30 Caserta-Salerno,

AXA Assistance 800.111.911 per i soli tratti: A1 Milano-Napoli nel tratto Ceprano- Napoli (dal km 633,3 al km 759,3); A16 Napoli-Canosa nel tratto Napoli-Lacedonia (dal km 0 al km 127,6); A30 Caserta-Salerno.

Il chilometro progressivo è indicato ogni mille metri grazie ad un cartello situato sulla sinistra dell'autostrada. E in caso di emergenza per atti vandalici, come il lancio di sassi dai cavalcavia, chiamate subito il numero verde comunicando la sigla dell'autostrada e il numero del cavalcavia di Autostrade per l'Italia 800.061.061.
Pubblicato in Attualità il 23 Luglio 2012 | Autore: Redazione


Commenti


Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri