Milano, un'auto su cinque senza RCA

Sono numeri allarmanti quelli forniti dai Vigili meneghini

2 febbraio 2013 - 6:00

Questi sono dati che fanno paura: come evidenzia repubblica, ogni cinque auto fermate dai Vigili a Milano, una non è assicurata. È quanto emerge dalla statistica stilata dalla Polizia municipale meneghina del Radiomobile: si occupa specificamente di verificare che i veicoli in circolazione siano coperti da polizze.

SOLO QUELLE IN STRADA – L'aspetto ancora più inquietante è che la statistica riguarda non tutti i mezzi, inclusi quelli mai circolanti su strade pubbliche (e che quindi possono legittimamente non essere coperti da RCA), ma quelli che viaggiano in città: una percentuale, questo 20%, che è davvero la foto inquietante della metropoli lombarda. “Rispetto a due anni fa, la percentuale di chi viaggia senza alcuna copertura assicurativa è raddoppiata”. Però va detto che “i controlli vengono concentrati sulle auto che a prima vista sono più sospette”, dice Alessio Zago, agente motociclista che assieme a tre colleghi si è specializzato in controlli assicurativi. Anche così si spiega la percentuale diversa fornita di recente dall'ACI: otto veicoli su 100 circolano senza RCA.

SENZA SOLDI – Altri dati importanti: sei automobilisti non assicurati su dieci sono stranieri. Fra le varie ragioni della mancanza della copertura assicurativa, il 50% di chi viaggia senza RCA lo fa perché la sua polizza è scaduta e non la ha ancora rinnovata, per distrazione o per problemi economici. E ben il 10% di chi non ha un'assicurazione circola con tagliandi fasulli. Nel solo 2011 Zago e i suoi tre colleghi ne hanno sequestrati 311, regolarmente inviati all'ufficio Falsi documentali in piazza Beccaria. Esemplari di tagliandi in bianco, rubati appena usciti dalla stamperia e poi completati con i dati di chi li compra sul mercato nero. “I falsi tagliandi vengono venduti per lo più in bar e altri luoghi pubblici frequentati da immigrati – spiega Zago -. Spesso non è facile identificarli immediatamente, alla vista. Ma dopo un po' ci fai l'occhio e l'operazione diventa più semplice”.

SALE L'ALLARME – Il problema, ovviamente, riguarda tutto il Paese. Infatti, sono state 178 le pattuglie impegnate nella maxi operazione della Polizia stradale che, poche ore fa in sette Regioni d'Italia, ha portato al sequestro di 231 veicoli perché senza assicurazione per la responsabilità civile. Su 3.550 veicoli controllati, dunque, il 6,5% è risultato scoperto da assicurazione, dato già confermato nell'operazione di dicembre scorso: un'enormità. “Mine vaganti” per gli altri guidatori, costretti a rivolgersi al Fondo vittime in caso di incidente con queste vetture senza RCA. In 13 casi, sono state avviate indagini perché i conducenti hanno presentato assicurazioni false e quindi denunciati all'Autorità giudiziaria; 23 sono state le persone denunciate tra cui un giovane che alla guida di un motorino senza assicurazione, che per scappare ha investito un poliziotto finito in ospedale. Ricordiamo che chi circola con un veicolo senza assicurazione oltre a dover pagare 841 euro di multa, avrà il mezzo sequestrato. Di più, chi invece circola con documenti assicurativi alterati o contraffatti subirà la confisca del veicolo; chi invece li ha materialmente contraffati avrà la patente sospesa per un anno. Il guaio è che, spesso, dietro i casi di pirateria stradale (macchine in fuga dopo unn sinistro) si nasconde la mancanza dell'assicurazione: il conducente che scappa fugge da responsabilità patrimoniali a cui non riuscirebbe a far fronte.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto elettriche

Auto elettriche e limiti per i neopatentati: il MIMS smentisce il Viminale

Garage auto: norme, spese e tasse sull’affitto

Assistenza alla guida attiva: solo il 26% degli automobilisti la usa