Milano: ma dov'è il piano anti-neve sul sito del Comune?

Disagi a Milano per la nevicata iniziata il 31 gennaio pomeriggio. La Provincia si attiva. Il sito Internet del Comune... non pervenuto

1 febbraio 2012 - 8:00

Un'ondata di gelo siberiano che paralizza l'Europa e che mette in seria difficoltà anche Milano, dove si attendono temperature abbondantemente sotto lo zero. Con la neve che crea disagi fortissimi a chi va in auto (o in moto, se preso alla sprovvista) per le strade del capoluogo lombardo. Sarebbe lecito attendersi sul sito Internet del Comune di Milano un piano anti-neve dettagliato, ma così non è: la questione solleva qualche perplessità.

WEB VUOTO – Sul sito del Comune milanese si trova di tutto: dall'Area C coi mezzi di supeficie più veloci, allo stop dei veicoli più inquinanti per combattere il PM10, fino alla storia della zona 4 e ai matrimoni civili. Argomenti degni di nota e interessanti, per carità; tuttavia, in piena emergenza neve, ci saremmo aspettati qualche parola a proposito delle strade. È vero: il sindaco Giuliano Pisapia assicura che “Milano è prontissima, ci sono tutti i mezzi necessari e anche il sale che purtroppo in passato è mancato”. Sarà. Ma il racconto dei milanesi e dei pendolari in auto e in moto, alle prese con la nevicata pomeridiana e serale, proprio di ritorno dagli uffici, non è stato dei più confortanti: una delle parole più ricorrenti era “disorganizzazione”. Mezzi per pulire le carreggiate, spargisale, volontari, chi li ha visti? Chi ha vissuto sulla propria pelle (anzi, sul proprio veicolo) la nevicata del 31 gennaio a Milano sa che qualcosa non è andato per il verso giusto: strade sporche, ghiaccio, asfalto scivolosissimo per auto e moto. Da segnalare che, per fronteggiare le conseguenze dell'ondata di freddo polare, a Milano sono stati aperti alcuni mezzanini; mentre un'area della metropolitana della stazione Centrale verrà riscaldata ogni notte per consentire ai clochard di dormire al riparo: misure più che giuste, che però non hanno nulla a che vedere con la sicurezza stradale.

AREA C: UTILE, MA… – Il dubbio è che il Comune abbia ormai spostato gran parte delle sue risorse sull'Area C, il nuovo pedaggio che ha sostituito l'Ecopass (e che dovrebbe far calare lo smog). Ma un conto è prestare così tanta attenzione al ticket durante i mesi primaverili, con radiose giornate di sole, quando le strade sono tranquillamente percorribili; ben diversa è la situazione il 31 gennaio con la neve che si appiccica al suolo, trasformandosi in ghiaccio.

PROVINCIA – Situazione un po' diversa per la Provincia di Milano (che comunque nulla può fare in città): l'assessore Infrastrutture e mobilità, Giovanni De Nicola, ha spiegato che “l'intero contingente provinciale è attivo al fine di assicurare la corretta funzionalità della rete di strade provinciali”. In termini concreti, ecco la risposta della Provincia al maltempo: 222 uomini tra conducenti, tecnici e cantonieri e 186 mezzi tra lame spartineve, spargisale e pale caricatrici, in servizio 24 ore su 24 e sette giorni su sette.

MASSIMA CAUTELA – Per banale e scontata che sia la nostra raccomandazione a chi va in auto, ci sentiamo di ribadirla: catene da neve o, meglio, pneumatici invernali se proprio ci si deve mettere al volante. E prudenza enorme. Intanto, a Milano, una donna è in coma in seguito a un incidente: la sua auto è sbandata martedì sera in viale Enrico Fermi.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Trump – Biden: tasse e incentivi auto al centro delle elezioni USA 2020

Consiglio acquisto crossover: budget fino a 15.000 euro

Radiazione auto

Bollo auto non pagato: sanzioni, interessi e radiazione