Milano inaugura il soccorso provinciale post-incidente

Chiamando un numero verde, interverrà un addetto che provvederà a informare le compagnie assicurative dei veri danni dell'incidente

15 maggio 2012 - 6:00

È stato presentato pochi giorni fa a Palazzo Isimbardi, pricipale sede istituzionale della Provincia di Milano, il nuovo servizio di soccorso attivo su tutte le strade della provincia, che non lascerà più soli gli automobilisti in caso d'incidente stradale.

LE COMPAGNIE SAPRANNO TUTTO ENTRO UN'ORA – D'ora in poi, dopo un incidente bastera chiamare il numero verde 800-014014 per ottenere, in un tempo dichiarato non superiore ai 10 minuti, l'invio di un operatore qualificato a bordo di una motocicletta o di un furgone (i veicoli a disposizione del servizo saranno rispettivamente 6 e 12). Se necessario, il personale allerterà le Forze dell'Ordine, fornirà assistenza nelle operazioni di messa in sicurezza dell'area del sinistro, pulirà la sede stradale dai possibili detriti, ripristinerà eventualmente il guard rail e gli altri dispositivi di sicurezza danneggiati e fotograferà le auto coinvolte dopo averle individuate. Inoltre, prenderà nota delle persone coinvolte, degli eventuali danni alle vetture preesistenti all'incidente e degli airbag esplosi. Insomma, verrà accertata la reale situazione in cui è avvenuto il sinistro della quale le compagnie assicurative delle auto coinvolte saranno informate entro un'ora.

UN DETERRENTE CONTRO LE TRUFFE – Grazie alla ricognizione preventiva, saranno sventate eventuali truffe alle assicurazioni per riscuotere indebitamente un risarcimento, un fenomeno che imperversa in tutta Italia, dove si stima che il 15% dei circa 6 miliardi versati dalle compagnia per risarcire gli automobilisti siano relativi a incidenti con preventivi di riparazione “gonfiati”, danni fisici inesistenti o sinistri completamente inventati a tavolino. La piaga delle truffe assicurative interessa ovviamente anche la provincia di Milano, dove si stima che gli episodi criminosi del genere siano almeno 300 l'anno.

SERVIZIO A COSTO ZERO – Il nuovo servizio non peserà in alcun modo sulle tasche degli automobilisti, né sulle casse dell'amministrazione provinciale. I suoi costi verranno coperti dalle compagnie assicurative, che sperano di finanziarlo con i risparmi derivanti dai mancati risarcimenti per danni gonfiati o inesistenti. Nelle polizze assicurative verrà inserita una clausola in cui si inviterà l'automobilista a chiamare il numero verde in caso d'incidente. Durante la presentazione a Palazzo Isimbardi è stato specificato che chi accetterà la clausola beneficerà di uno sconto del 15% sul costo della polizza RC auto, una promessa riguardo al cui mantenimento invitiamo i lettori a vigilare, poiché è giusto che se il sistema funzionerà davvero come deterrente verso le truffe, è giusto che i benefici per i conti delle compagnie vengano effettivamente riversati, almeno in parte, sugli assicurati, che anche per colpa degli elevati costi dei risarcimenti pagano premi assicurativi salatissimi.

NIENTE INTERPRETAZIONI – “Nel 2009 le compagnie assicurative operanti in Italia hanno risarcito per incidenti una media di 343 euro per ogni assicurato, contro i 163 della Francia – ha dichiarato l'assessore provinciale alle Infrastrutture e alla Mobilità Gaetano De Nicola – e l'accordo tra la Provincia di Milano e Sicurezza e Ambiente consentirà di cristallizzare le condizioni e lo stato delle persone e delle auto coinvolte in un sinistro stradale, non lasciando spazio ad interpretazioni. Favorirà quindi la trasparenza e il conseguente risparmio sul costo del premio assicurativo contribuendo a combattere l'anomalia tutta italiana delle frodi assicurative”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Incidente con cane senza guinzaglio

Incidente con cane senza guinzaglio: chi paga i danni?

Autovelox e telecamere Ztl

Autovelox e telecamere Ztl possono verificare assicurazione e revisione

Decreto semplificazioni: le grandi opere che il Governo intende sbloccare