Milano: arriva lo scooter sharing!

Dopo il car sharing, fra qualche mese è possibile lo sbarco dello scooter sharing

1 settembre 2014 - 10:00

Dalla “auto in condivisione” (car sharing) alla “moto in condivisione” (car sharing) il passo è breve. Dopo il boom di Car2go ed Enjoy nel car sharing a Milano (poi estesosi a Roma e in altre città), tocca alle due ruote a motore. Per fine 2014, il Comune di Milano potrebbe emettere un bando in materia per esaminare le proposte, così da dare il via all'operazione nel 2015. Ha espresso soddisfazione Confindustria Ancma, l'Associazione nazionale ciclo motociclo e accessori: “Milano può affiancarsi a città come Parigi, Barcellona, Londra – ha detto Corrado Capelli, presidente Ancma -. Soprattutto in vista di Expo 2015, è importante offrire servizi all'altezza di una metropoli europea. E in questa ottica le due ruote, a pedale e a motore, sono la soluzione sostenibile e un'opportunità da incoraggiare”.

COME POTREBBE FUNZIONARE – Se lo scooter sharing andrà in porto, i milanesi, come accade per il servizio di “auto in condivisione” (e per le bici), potranno noleggiare per qualche minuto o per qualche ora lo scooter, ritirandolo in qualsiasi zona della città, per poi parcheggiarlo in un altro spazio apposito della metropoli. È solo un'indiscrezione: un primo operatore pronto sarebbe Motit (vedi foto), lo stesso che si occupa dello scooter sharing di Barcellona. Si tratta di motorini elettrici di colore viola: 30 a inizio 2015, poi 150 a fine 2015. Abbonamento forfait di 20 euro, si trova lo scooter con una app sullo smartphone e poi si pagano 26 centesimi al minuto. Ricordiamo, per quanto riguarda le macchine, che il Car2go (le Smart), servizio gestito da Daimler e Europcar in molte città europee, è nato dall'esigenza di rendere flessibile un'idea efficace: poter noleggiare con una card elettronica un'auto anche per pochi minuti, trovarla sotto casa e parcheggiarla dove possibile senza preoccuparsi di riportarla indietro. L'idea si è subito rivelata un successo tanto che a dicembre scorso è stato avviato Enjoy. L'accordo siglato tra Fiat, ENI e Frecciarossa ha così presentato un servizio sulla falsa riga del Car2go che permette di noleggiare una delle Fiat 500 rosse operative.

UN BEL PASSO AVANTI – Le vetture possono essere utilizzate per il periodo necessario e lasciate in ogni parcheggio pubblico all'interno degli oltre 120 chilometri quadrati dell'area coperta dal servizio, senza restrizioni in termini di tempo e senza richiedere il versamento di canoni mensili o annuali. Gli utenti registrati pagano solo in caso di effettivo noleggio con un prezzo al minuto “all inclusive”: tasse, assicurazione, carburante. È presumibile che le stesse condizioni siano riservate allo scooter sharing. In più, per le auto, niente costi di parcheggio né congestion charge legata alla cosiddetta Area C: c'è poi la possibilità di parcheggiare negli spazi delimitati dalle strisce gialle riservati a residenti e senza dover pagare su quelle blu. “Le aziende saranno interessate, i cittadini lo troveranno utili e il modo in cui ci muoviamo cambierà ulteriormente”, spiega l'assessore alla Mobilità Maran. Ma la notizia ancora più forte è che potrebbe esserci un accordo con i Comuni limitrofi per fare in modo che il servizio parta già esteso a chi abita fuori dalla città: sarebbe un salto di qualità notevole, con addirittura un sorpasso nei confronti del car sharing, presente solo a Milano.

1 commento

Paoblog
7:40, 2 settembre 2014

una buona idea che un pò mi preoccupa, pensando a quanto vedo con la condivisione auto (cari sharing), in primis di Car2go con auto parcheggiate malissimo, stili di guida & comportamenti discutibili, (tanto l'auto non è mia … anche se sei comunque ne hai la responsabilità) e visti i comportamenti di molti automobilisti che saltano sugli scooter e si comportano nello stesso modo che criticavano fino a quando erano su un'auto…
*
Condivido la condivisione (scusate il gioco di parole) di auto, moto e bici, ma è necessario che i conducenti si comportino nel rispetto del Codice della Strada; senza dimenticare poi che un uso saltuario del messo, non consente la completa padronanza dello stesso.
*
Car2go: in 4 su una Smart? > http://paoblog.net/2014/04/12/4ruote-bambini/
40enni & scooter > http://paoblog.net/2011/04/22/scooter/

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Viaggi estate 2022

SicurAUTO.it vi augura buone vacanze: ci rivediamo il 22 agosto

Incentivi auto, l’UE critica gli USA: “il nuovo piano è discriminatorio”

Test drive auto nuova: con i brand di EV sono fondamentali