Michelin & FIA: 10 regole per la sicurezza su strada e in pista

Michelin rinnova il suo impegno per la sicurezza stradale firmando, al Salone di Parigi 2012, un accordo con la FIA

1 ottobre 2012 - 17:30

Presso l'imponente stand della Michelin al Salone dell'Automobile di Parigi si sono tracciate, in presenza del Presidente Jean Todt della Federazione Internazionale dell'Automobile, le linee guida per una mobilità più sostenibile e sicura. L'accordo battezzato “10 regole d'oro per la sicurezza stradale” si inserisce nel più ampio progetto della FIA “Action for Road Safety” che si pone la missione di salvare nei prossimi 10 anni 5 milioni di vite.

SICUREZZA STRADALE CON JEAN TODT – “Ogni giorno, nel mondo, più di 3.000 persone perdono la vita a seguito di un incidente stradale. Mentre più di 50 milioni restano ferite ogni anno. Un costo sociale enorme che non possiamo più sopportare. E' quindi arrivato il momento di smetterla di parlare e passare all'azione”, è stato un discorso breve ma intenso quello pronunciato da Jean Todt durante la conferenza stampa inaugurata da Florent Menegaux, Direttore Mondo della Linea Prodotto Vettura e Trasporto Leggero di Michelin. “Oggi sulle nostre strade circolano più 1 miliardo di veicoli – ha proseguito Todt – che, nei prossimi 20 anni, sfonderanno il muro dei 2 miliardi. Solo fra 10 anni si stima che i morti sulle strade saranno, annualmente, più di 2 milioni con ben 80 milioni di feriti”. “Se nella nostra parte del globo la sicurezza stradale è oggi abbastanza sentita – ha ricordato Jean Todt -, ci sono paesi che non si curano minimante di questo problema. Noi abbiamo il dovere di aiutare queste popolazioni e contribuire ad una migliore sicurezza stradale nel mondo. Sono quindi lieto di avere come partner di questo importante impegno la Michelin, da sempre attenta alla mobilità sostenibile globale. So che per migliorare la sicurezza della circolazione bisognerà anche lavorare sulle infrastrutture e l'educazione. Ma il veicolo resta un elemento fondamentale. Anche con il contributo della stampa possiamo contrinuare a salvare delle vite”.

LE 10 REGOLE – Ecco le 10 regole che Michelin e la FIA hanno sottoscritto al Salone di Parigi 2012:

  1. ALLACCIARE LE CINTURE: ho la responsabilità di tutti i passeggeri
  2. RISPETTARE IL CODICE STRADALE: le regole esistono per proteggere tutti
  3. RISPETTARE IL LIMITE DI VELOCITÀ: la mia auto è di metallo, i pedoni e i bambini no
  4. CONTROLLARE LE GOMME DEL MIO VEICOLO: sia l'usura che il gonfiaggio, compresa la ruota di scorta
  5. NON GUIDARE SE NON SONO LUCIDO/A: se ho bevuto o ho fatto uso di droghe, rappresento un pericolo sulla strada
  6. PROTEGGERE I MIEI BAMBINI: utilizzo i seggiolini e gli altri sistemi di ritenuta
  7. FARE ATTENZIONE: se telefono e invio messaggi sono un pericolo
  8. FERMARMI QUANDO SONO STANCO: meglio arrivare tardi che non arrivare
  9. INDOSSARE IL CASCO: i motorini e le biciclette non mi proteggono la testa
  10. ESSERE CORTESE E RISPETTOSO/A: rispetto gli altri conducenti

UN TEAM PER L'AMBIENTE – Ma non solo sicurezza stradale allo stand Michelin, ma anche attenzione per l'ambiente. La ricerca Michelin nell'ambito del programma Total Performance impiegherà le tecnologie innovative degli pneumatici Energy Saver+ da strada anche nelle competizioni WRC, dove Jean Todt ha avviato la sua carriera come navigatore, prima di diventare Direttore tecnico di Peugeot Sport e approdare in Formula1 con la Ferrari. Gli pneumatici del World Rally Championship dureranno più a lungo e saranno il perfetto equilibrio di prestazioni come le coperture stradali, sviluppate per consumare meno carburante, inquinare meno l'ambiente e viaggiare più sicuri in ogni condizione di guida. La partnership Michelin-FIA seguirà una task-force di esperti dell'ambiente che monitoreranno le emissioni di CO2 prodotte durante il Campionato di Rally e attueranno un piano ambientale replicabile anche in tutte le altre competizioni motoristiche.

MOBILITA' ELETTRICA – Presso lo stand parigino Michelin ha riproposto gli ultimi pneumatici per impiego stradale Saver+ e Agilis+ di cui vi abbiamo già parlato in occasione della presentazione internazionale di Stoccolma. La ricerca del colosso degli pneumatici ha portato a Parigi anche alcune delle soluzioni che abbiamo incontrato al Michelin Challenge Bibendum, tecnologie destinate a rendere più efficienti e puliti i veicoli di domani. La strategia di ridimensionamento delle cubature dei motori (downsize) e le tecnologie ibride, che già molte Case stanno attuando, potrebbero trovare un valido supporto nell'In-Wheel Motor, la tecnologia che rivoluziona la trazione dei veicoli ponendo il più piccolo motore elettrico sul mercato direttamente all'interno del cerchio insieme ai freni e alla sospensione elettrica. Le Fuel Cell Michelin rappresentano le nuove soluzioni di mobilità sostenibile in grado di contenere da 2 a 4 volte più energia rispetto ai veicoli a zero emissioni attuali. 10.000 ore di test condotti ogni anno hanno permesso di ottimizzare il progetto basato su una membrana a scambio protonico (PEM), che utilizza idrogeno e ossigeno puro o aria e che potrebbe segnare la svolta in termini di autonomia e costi di produzione.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Brand auto: oltre 1 su 2 ricompra Toyota. La classifica 2022

Polizze RC auto 2022: solo il 14,4% sono stipulate online

FIA lancia Drive with Care per la sicurezza stradale nel mondo