Mercedes QR code: la mappa di salvataggio in caso d'incidente

Una carta elettronica di sicurezza dirà ai soccorritori come intervenire sull'auto incidentata per estrarre i feriti più rapidamente

14 gennaio 2014 - 7:00

Un codice QR applicato sulla carrozzeria dei nuovi modelli Mercedes-Benz conterrà la mappa di salvataggio dell'auto e aiuterà i soccorritori ad intervenire più rapidamente anche se un'auto danneggiata non è facilmente riconoscibile. I soccorritori riusciranno ad individuare istantaneamente i punti d'accesso all'abitacolo neutralizzando l'impianto del carburante e quello elettrico per estrarre i feriti senza ulteriori rischi, soprattutto quando si tratta di auto ibride elettriche o a gas.

LA SCHEDA DI SOCCORSO A PORTATA DI MANO – Gli smartphone non saranno più solo il centro nevralgico dell'info-trattenimento dei passeggeri a bordo perché grazie a un'intuizione di Mercedes-Benz cellulari e tablet potranno anche agevolare l'intervento dei soccorritori in seguito a un incidente. Davanti a un ammasso di lamiere accartocciate i vigili del fuoco accorsi hanno sempre pochi minuti di tempo per poter estrarre i feriti dall'abitacolo senza procurargli ulteriori lesioni, ma soprattutto senza correre pericolosi rischi. Anche se sono addestrati ad intervenire rapidamente, dover localizzare serbatoio del carburante, batteria, bombole del gas e cavi ad alta tensione (sulle auto elettriche) è un fattore che gioca contro il tempo. Per questo motivo La Casa costruttrice di Stoccarda ha pensato di racchiudere all'interno di un QR code tutte le informazioni tecniche, accessibili tramite un cellulare e un'applicazione gratuita, che possono servire a chi interviene sull'auto in caso di emergenza. Questa mappa di salvataggio è già contenuta in una scheda di soccorso sviluppata dall'ADAC (Automobil Club Tedesco) che ogni automobilista dovrebbe conservare sotto l'aletta parasole (è scaricabile gratuitamente dal sito del TCS) per rendere più efficace l'intervento dei soccorritori. Non tutti però ne sono a conoscenza o si ricordano di conservarla e molti la smarriscono nel tempo, per questo Mercedes-Benz ha pensato di attaccare all'auto una carta elettronica di sicurezza specifica per ogni modello che indica con assoluta certezza la presenza e la posizione di punti dall'elevato rischio elettrico o d'incendio.

COME FUNZIONERA' – Fotografando il QR code presente in almeno due punti della carrozzeria, le squadre di soccorso potranno intervenire appena giunte sul luogo dell'incidente senza dover contattare la centrale operativa per l'identificazione del veicolo tramite la targa per capire il modello e i potenziali rischi da neutralizzare. Prima d'imbracciare le cesoie idrauliche e tagliare le lamiere devono, infatti, impedire che la dispersione di corrente o perdite di carburante peggiorino la situazione. Senza contare poi il rischio di esplosione se una cesoia andasse tranciare la carica di gas degli airbag a tendina o dei pretensionatori delle cinture di sicurezza, disposte in un punto diverso su ogni auto. Queste informazioni possono realmente salvare una vita se si pensa che individuando tempestivamente i rinforzi strutturali del telaio e quindi i punti in cui è più facile tagliare le lamiere i vigili del fuoco aprono più rapidamente la strada al personale medico. La scheda di soccorso, infatti, raffigura in modo chiaro la posizione degli airbag, della batteria (e cavi ad alta tensione), dei serbatoi di carburante, dei cavi elettrici, delle bombole ad alta pressione e altri componenti che, come nel caso di modelli ibridi ed elettrici, devono essere messi in sicurezza.

BREVETTO LIBERO – La Mercedes-Benz Classe S è la prima auto della Casa tedesca con i codici QR code sulla carrozzeria e tutti i futuri modelli della gamma ne saranno provvisti. Il codice a barre salvavita sarà apposto in due punti molto distanti che raramente possono essere coinvolti contemporaneamente in un incidente grave: lo sportello del bocchettone carburante e il montante centrale dell'abitacolo al lato opposto al primo. Benché la Casa di Stoccarda abbia ideato un impiego innovativo per il codice QR, già presente anche su moltissimi prodotti di consumo da diversi anni, ci fa piacere sapere che non intende reclamare alcun diritto sulla sua applicazione esclusiva. Tutte le Case costruttrici potranno infatti adoperare la stessa tecnologia modificando il QR code con le caratteristiche tecniche di progetto di ogni modello, contribuendo a salvare vite umane con un semplice bollino bianco e nero.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Viaggi estate 2022

SicurAUTO.it vi augura buone vacanze: ci rivediamo il 22 agosto

Incentivi auto, l’UE critica gli USA: “il nuovo piano è discriminatorio”

Test drive auto nuova: con i brand di EV sono fondamentali