Mercedes: la sede italiana come luogo di business

Gli autosaloni come centro di eventi non necessariamente legati all'auto. Anche questo è un segno dei tempi che cambiano

25 maggio 2012 - 9:51

Il Mercedes Benz Center di Milano, ubicato in via Gallarate, cioè nelle vicinanze del nuovo polo fieristico di Rho, è il quartier generale della Daimler in Italia. Ma oltre a questo, con i suoi 66mila m2 di superficie, costituisce il più grande spazio espositivo e di vendita Mercedes nel Sud Europa.

BENVENUTI GLI EVENTI AZIENDALI – La casa tedesca, però, tiene a far sapere che considera la sua sede un vero e proprio “riferimento nella realtà socio-economica del territorio”, una struttura ovviamente già utilizzata per le manifestazioni riferibili alle auto della stella a tre punte, ma “anche location polifunzionale e d'impatto per eventi aziendali”. Insomma, il messaggio è chiaro e lo diventa ancora di più se si legge un comunicato stampa di qualche giorno fa che illustra alcune caratteristiche della struttura: “L'Auditorium del centro, situato all'ultimo piano della Torre del Marchio, è lo spazio ideale per meeting, cene di gala, workshop, conferenze, presentazioni di nuovi prodotti o convegni aziendali. Le imprese che scelgono il Mercedes-Benz Center di Milano hanno dunque a disposizione una location di pregio per eventi e momenti di business ad alto livello, in una cornice tecnologicamente all'avanguardia che dispone di aree espositive e relax come il Mercedes Cafè e la boutique Mercedes-Benz Spot”. Insomma, ben vengano le iniziative di qualunque azienda o ente che intenda farsi conoscere utilizzando la grande struttura per attività espositive o di comunicazione.

L'UOVO DI COLOMBO – È positivo che il mondo dell'auto si apra a iniziative esterne non necessariamente legate al mondo dell'auto, e sotto questo aspetto l'idea di Mercedes è l'uovo di colombo: è più che probabile che chi sceglierà di utilizzare il Centro dovrà pagare, per affittarlo, una somma utile ad aiutare la casa a sostenere i costi della faraonica struttura. Inoltre, nulla vieta che, durante un evento, chi vi partecipa si aggiorni anche sui modelli della gamma Mercedes e magari ripassi in un secondo momento per acquistarne uno. Insomma, una mano lava l'altra.

UN SEGNALE DI VITALITÀ – Tutto ciò costituisce un bel segnale di vitalità che contiene però anche quelli della crisi profonda che attraversa il settore auto: le concessionarie e le case sono in difficoltà, e perfino Mercedes, evidentemente anche per far quadrare i conti, ha pensato di mettere a disposizione il suo quartier generale a beneficio di chiunque intenda servirsene. Dall'ultimo Automotive Dealer Day che si è chiuso qualche giorno fa a Verona sono emerse, come imperativi categorici per aiutare i concessionari d'auto a uscire dal tunnel, l'esigenza di ridurre i costi fissi e quella di moltiplicare le occasioni di business, e durante la manifestazione sono state proposte numerose idee potenzialmente utili a perseguire entrambi gli scopi. La proposta di Mercedes è perfettamente in linea con questa linea di condotta anti-crisi ed è probabile che molti concessionari che dispongono di una sede adatta seguirano l'esempio della casa tedesca. Quindi, è possibile che in futuro, e sempre di più, chi entra in un concessionario d'auto per acquistare una vettura si ritrovi circondato, oltre che da luccicanti automobili, anche da opere d'arte, prodotti alimentari, telefonini, cosmetici o conferenzieri impegnati in un convegno. Un segno dei tempi che cambiano, e che cambieranno anche nel mondo, finora piuttosto “ingessato”, della distribuzione automobilistica.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Alcoltest fai da te: in Polonia si fa alla Polizia

Ztl a Milano mappa regole orari

Ztl a Milano: mappa, regole e orari

Fumare in macchina in Italia

Fumare in macchina in Italia: legge, divieti, sanzioni