Mercedes dimentica la maxirata finale: sanzione dall'Antitrust

Mercedes dimentica la maxirata finale: sanzione dall'Antitrust L'Antitrust la sanziona perché pubblicizzava la Smart e SLK evidenziando solo le rate e dimenticando la maxirata finale

L'Antitrust la sanziona perché pubblicizzava la Smart e SLK evidenziando solo le rate e dimenticando la maxirata finale

26 Marzo 2013 - 11:03

Finanziamenti, rate e maxirata finale: ci risiamo con le informazioni incomplete. A cascarci stavolta è Mercedes. L'Antitrust, con provvedimento 24257 del 5 marzo 2013 (reso pubblico il 25 marzo 2013), ha sanzionato Mercedes-Benza Italia con 70.000 euro di multa per violazione del Codice del consumo, il tutto a seguito della segnalazione dell'Unione Nazionale Consumatori (UNC).

DIVERSE PRATICHE NEL MIRINO – La parte relativa del più recente bollettino Antitrust è molto articolata e complessa: si intersecano diverse pratiche commerciali ritenute scorrette. Il questa notizia ci occupiamo solo delle offerte relative a Mercedes SLK e Smart (Gruppo Mercedes). In estrema sintesi l'Autorità ha censurato due pratiche commerciali scorrette: nel caso di Smart, la pubblicità enfatizzava il costo delle rate senza precisare che i consumatori, al termine del finanziamento di tre anni, per acquisire la titolarità del veicolo avrebbero dovuto versare una maxirata finale di 5.548 euro ovvero restituire il veicolo anche se in buona parte già pagato (ne avevamo già parlato qui lo scorso dicembre); le affissioni pubblicitarie di SLK, invece, promettevano che sarebbe stato possibile acquistare una vettura con rate mensili di 249 euro senza precisare i reali costi dell'intero finanziamento.

SLK, IL PROBLEMA DEI CANONI – La presentazione del prezzo sotto forma di canoni mensili è presente – spiega il Garante della concorrenza – nei messaggi relativi a un'offerta di vetture usate SLK da parte di Mercedes-Benz Italia (ma anche Mercedes-Benz Roma) diffusi nel maggio-giugno 2012. Il messaggio diffuso attraverso affissioni su cartelloni stradali indica: “Perché mettere un tetto ai tuoi desideri? SLK aziendale da 249* €/mese. Dopo due anni decidi se restituirla o rifinanziarla”. Al centro del messaggio è presente la raffigurazione di un'autovettura SLK. In basso, con caratteri molto più piccoli rispetto al claim citato, vi è la seguente nota: “Esempio di finanziamento su Classe SLK 200 CGI Sport. Prezzo chiavi in mano 32.400 €, IVA, messa su strada e passaggio di proprietà incluse. Anticipo/permuta 6.660 €. 24 rate da 249 €. Al termine dei due anni potrai decidere se restituirla o rifinanziarla. Maxirata finale 23.000 €. TAN 6,40%, TAEG 7,30% di cui spese istruttoria 250 €. Importo totale finanziato 25.740 €. Salvo approvazione di Mercedes-Benz Financial Services Italia S.p.A. È un'iniziativa Mercedes-Benz Roma per contratti sottoscritti entro il 30 giugno 2012, non cumulabile con altre in corso”.

SMART, GUAIO ANALOGO – Utilizza la stessa tecnica comunicazionale relativa alla possibilità di acquistare le vetture Mercedes attraverso il pagamento di canoni mensili anche la campagna pubblicitaria relativa all'offerta presso i concessionari Mercedes-Benz di vetture Smart. diffusa nel periodo ottobre-dicembre 2012. Il messaggio su cartelloni stradali indicava a caratteri cubitali: “Veramente sono 95 €* al mese?”. Al di sotto, con caratteri meno grandi, sono presenti le diciture “E dopo 3 anni sei libero di restituirla. Smart. Puoi crederci” e la raffigurazione di una Smart. In fondo, con caratteri molto più piccoli, vi è la seguente nota: “L'esempio di leasing è riferito a smart fortwo Model Year 803 coupè pulse 52KW. Prezzo chiavi in mano 12.760 €, Iva e messa in strada incluse, IPT esclusa. Anticipo 2.200 €, 35 canoni da 95 € e riscatto finale da 5.548 €. TAN fisso 6,80% -TAEG 9,52%, di cui spese istruttoria 302 €, imposta di bollo 14,62 €, spese RID 2,2 € per ogni incasso. Importo totale finanziato 7.534,73 €, importo totale dovuto dal consumatore 8.872,63 €. I valori espressi sono IVA inclusa. Salvo approvazione Mercedes-Benz Financial Services Italia S.p.A. L'offerta è valida per tutte le vetture della gamma, escluse versioni BRABUS e BRABUS Xclusive, per contratti sottoscritti dal 19/11 al 31/12/2012”.

LE VALUTAZIONI DEL GARANTE – In particolare, nel caso dell'offerta di vetture SLK aziendali pubblicizzata nel maggio-giugno 2012 l'affissione è stata studiata per rendere visibile soltanto la parte costituita dal claim “Perché mettere un tetto ai tuoi desideri? SLK aziendale da 249* €/mese. Dopo due anni decidi se restituirla o rifinanziarla”, in modo tale da indurre i destinatari dei messaggi a immaginare di poter acquistare i veicoli pubblicizzati a un prezzo accessibile. Sul punto si tenga conto che i modelli proposti sono piuttosto costosi e che il target di consumatori a cui i messaggi erano diretti non potrebbe permettersi l'acquisto della vettura pagandola in un'unica soluzione. Risulta agli atti che i professionisti hanno strutturato i messaggi pubblicitari volutamente in modo omissivo, per attrarre tale fascia di consumatori. In realtà, le condizioni dell'offerta riportate in nota prevedono, tra l'altro, un anticipo (o permuta) di importo consistente (6.660 euro), superiore a quello totale delle rate prospettate dal claim. Fa sempre riferimento a canoni mensili la campagna pubblicitaria riguardante l'offerta presso i concessionari Mercedes-Benz Roma di vetture Smart nel periodo ottobre-dicembre 2012, avente come claim: “Veramente sono 95 €* al mese? E dopo 3 anni sei libero di restituirla. Smart. Puoi crederci”. Alla luce di quanto suesposto, i messaggi esaminati portano a ritenere che la presentazione dei prezzi delle autovetture offerte in vendita si configuri come scorretta, non risultando in alcun modo idonee a far comprendere con chiarezza né il costo complessivo delle auto né le caratteristiche sostanziali dell'offerta. Per questo, è scattata una multa a Mercedes-Benz Italia di 70.000 euro e Mercedes-Benz Roma di 30.000, che ha tenuto conto delle due diverse campagne pubblicitarie.

Commenta con la tua opinione

X