Questo sito contribuisce alla audience de

Mercato auto usate in crescita: a dicembre +6.8%

Buone notizie per il mondo dell'auto: crescono le immatricolazioni, ma si riprende anche l'usato. Per ogni iscrizione, 2 trasferimenti di proprietà

Mercato auto usate in crescita: a dicembre +6.8%
In Italia, le good news per il mondo dell'auto non arrivano solo dal mercato del nuovo: anche quello dell'usato, sebbene martoriato dalle tasse, regala numeri soddisfacenti. Come riporta l'Aci, i passaggi di proprietà delle vetture depurati dalle minivolture (i trasferimenti temporanei a nome del concessionario in attesa della rivendita al cliente finale) hanno messo a bilancio un incremento del 6,8% rispetto al mese di dicembre del 2014. Siamo a +1,7% in termini di media giornaliera, in quanto dicembre 2015 ha avuto una giornata lavorativa in più rispetto al corrispondente mese del 2014. Per ogni 100 macchine nuove, ne sono state vendute 197 usate nel mese di dicembre e 170 nell'intero anno 2015.

NON VA GENERALIZZATO

Ricordiamo che il parco circolante in Italia vale, secondo uno studio di Continental, 9 anni e 11 mesi. I dati raccontano di un'età media che non solo è alta ma è anche in crescita, dato che la crisi economica ha diminuito le vendite di autovetture nuove, aumentando quindi l'età di quelle più anziane. Gli effetti della recente inversione di tendenza nelle vendite del nuovo, che continua nel trend positivo, si vedranno comunque fra un po', auspicando sempre interventi mirati per aiutare lo "svecchiamento" del parco circolante. È ovvio che una macchina vecchia, e tenuta male, diventa più pericolosa per la sicurezza stradale rispetto a un mezzo moderno, e inquina di più. Ma non si deve generalizzare: un buon usato, se in ottime condizioni, può sempre risultare una scelta intelligente.

NO AI BIDONI

Piuttosto, quando la si compra, si deve sempre stare attenti a stare alla larga dai bidoni: vetture spacciate per veicoli con un chilometraggio basso che si rivelano auto con alle spalle già decine e decine di migliaia di chilometri in più del dichiarato; oppure vetture che paiono sicure e che al contrario nascondono diverse magagne, di cui il venditore è al corrente, ma delle quali non fa menzione. Per evitare fregature, può essere utile la nostra guida.

UN CASO RECENTE

Proprio negli scorsi giorni, la pubblicazione numero 47 del 2015 del Garante della concorrenza riportava il procedimento PS10048 contro l'impresa San Magno Autoveicoli di Portanova Antonio, attiva in Piemonte nel commercio di veicoli usati. Si tratta di un caso di "scaricamento" del contachilometri. L'azienda in questione ha sistematicamente usato questa pratica, ma per rendere più credibile il finto pedigree ha messo in atto una quasi perfetta alterazione del libretto di manutenzione del veicolo, con tanto di timbri falsi per tagliandi mai avvenuti. I timbri di una manutenzione regolare, effettuata nei serviceautorizzati della Casa e rilevabile dal libretto di manutenzione, inducono in genere ad una certa tranquillità quando si cerca l'occasione tra tante auto usate, ma le indagini della Polizia Sstradale e il provvedimento dell'Antitrust confermano che non bisogna mai abbassare la guardia e fidarsi troppo del venditore. Presso qualsiasi delegazione Aci o direttamente dal sito si può accedere a numerose informazioni che vi aiuteranno a smascherare possibili tentativi di truffa: leggi qui.

Pubblicato in Attualità il 12 Gennaio 2016 | Autore: Redazione


Commenti


Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri