Mercato auto Italia, a luglio cresce del 5%

Nel mese di luglio il mercato auto italiano è cresciuto del 5%

4 agosto 2014 - 11:27

Secondo i dati pubblicati dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, a luglio il mercato italiano dell'auto totalizza 113.777 immatricolazioni, pari al 5% in più rispetto a luglio 2013. Nei primi sette mesi del 2014, i volumi immatricolati si attestano a 871.334 unità, il 3,6% in più rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Secondo l'anticipazione dello scambio di dati tra ANFIA e UNRAE, a luglio 2014 gli ordini raccolti ammontano a quasi 102.000, sugli stessi livelli di luglio 2013. Nei primi sette mesi del 2014, gli ordini si attestano a quasi 860.000, circa il 7% in più rispetto allo stesso periodo del 2013.

IL COMMENTO DI ANFIA – “Il segno positivo di luglio è ancora frutto del buon andamento della raccolta ordini nella prima metà dell'anno – ha dichiarato Roberto Vavassori, Presidente di ANFIA – Il nostro, tuttavia, è un mercato ancora strutturalmente debole e lontano dal ritorno ai livelli fisiologici, pari a circa 1,8 milioni di unità all'anno. Le maggiori criticità sono nel canale dei privati a causa di uno scenario economico ancora incerto. Ma anche per il comparto delle auto aziendali, che ha sostenuto i volumi di mercato nei primi mesi dell'anno, i problemi non mancano. Soltanto riportando la deducibilità del costo di acquisto e di utilizzo ai livelli vigenti nel resto d'Europa, infatti, si potrà portarne la quota di mercato ai livelli degli altri quattro maggiori Paesi europei, che si collocano tra il 43% e il 62% nel 2013, contro una quota italiana del 36%”.

E QUELLO DI FEDERAUTO – “Se continua questo trend di 'finta ripresa' il 2014 chiuderà sul livello del 2012, attorno a 1.350.000/1.400.000 pezzi. E voglio ricordare che il 2012 è stato un anno orribile per il nostro settore – ha commentato il presidente di Federauto Filippo Pavan Bernacchi – Ben vengano eventuali, anche se remote, iniziative statali per il mondo degli autoveicoli, che potrebbero riportare il mercato a numeri più consoni. In particolare in merito a quanto ipotizzato dal ministro Lupi, riteniamo perfetta la detraibilità per le Partite Iva perché aiuterebbe le aziende a rinnovare i propri parchi. Ma i privati, le famiglie, hanno bisogno di uno strumento diverso che abbatta il costo degli autoveicoli in un'unica soluzione. La nostra proposta per questi utenti è un'aliquota Iva agevolata. Senz'altro immediata, facile, comprensibile, che ha come vantaggio quello di abbattere il prezzo dei beni alle famiglie, in forte crisi di liquidità”.

STRUTTURA DEL MERCATO – Nel mese di luglio il noleggio rimane stabile con 16.631 unità immatricolate (al 14,5% di quota), come le società, che con 22.849 auto vendute, sfiorano il 20% del totale mercato. I privati recuperano alcune migliaia di unità, crescendo del 7,7% e raggiungendo il 65,6% di rappresentatività, ma nei sette mesi rimangono ancora al di sotto dei volumi dell'anno precedente, fermandosi al 60,9% di quota di mercato. Dei punti di quota persi dai privati in gennaio-luglio si sono avvantaggiate le immatricolazioni a società di noleggio, che salgono al 22,1% del totale, con circa 194.000 immatricolazioni (+17,2%). Infine, le società confermano la loro quota di mercato del 17%.

IL GRUPPO FIAT E LA TOP FIVE – I marchi di Fiat Chrysler Automobiles (escludendo Ferrari e Maserati) totalizzano 31.054 immatricolazioni nel mese (-1,4%) e 243.145 immatricolazioni (-0,7%) nei primi sette mesi dell'anno. Segno positivo, a luglio, per i marchi Fiat (+6%), Jeep (+45,5%), Ferrari (+68,7%) e Maserati (+805,9%). Nei primi sette mesi del 2014, risultati positivi per Fiat (+1,4%), Jeep (+37,3%), Ferrari (+5,8%) e Maserati (+627,6%). Sono sempre cinque i modelli italiani presenti nella top ten dei modelli più venduti a luglio. In testa alla classifica c'è la Fiat Punto (2.529 unità) seguita dalla Fiat Panda (2.300) e dalla Fiat 500L (2.132). In quarta posizione c'è la Renault Clio (2.029) mentre in quinta posizione si colloca la Nissan Qashqai (1.971).

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Viaggi estate 2022

SicurAUTO.it vi augura buone vacanze: ci rivediamo il 22 agosto

Incentivi auto, l’UE critica gli USA: “il nuovo piano è discriminatorio”

Test drive auto nuova: con i brand di EV sono fondamentali