Mercato auto europeo, a novembre +0,9%

Nel mese di novembre il mercato auto europeo ha guadagnato lo 0,9%

17 dicembre 2013 - 12:30

A novembre si sono immatricolate 975.281 auto, cioè lo 0,9% in più rispetto allo stesso mese del 2012. Questo emerge dai dati diffusi oggi da ACEA, mentre nel consuntivo da inizio anno, le vendite complessive si attestano a 11.360.874 unità, con una contrazione del 2,8% rispetto ai primi undici mesi del 2012. Il Gruppo Fiat ha registrato, in Europa, 55.637 immatricolazioni nel mese (-5,8%), con il solo segno positivo per il marchio Jeep (+1,0%). Nel periodo gennaio-novembre 2013, i volumi immatricolati ammontano a 688.645 unità (-8,0%).

L'EUROPA DIVISA – A trainare la classifica dei cinque principali mercati, sono ancora la Spagna(+15,1%) e il Regno Unito (+7%) che, grazie alle misure di rilancio del comparto messe in campo dai rispettivi Governi, chiuderanno il 2013 su livelli superiori a quelli dell'anno precedente. Consuntivo negativo a novembre, invece, per i mercati tedesco (-2%), francese (-4%) e italiano (-4,5%), quest'ultimo stabilmente fermo in coda agli altri e in flessione da 27 mesi consecutivi.

SPAGNA – La Spagna registra 55.450 immatricolazioni a novembre, terzo mese consecutivo in crescita a doppia cifra (+15,1%). Nei primi undici mesi dell'anno, le vendite complessive si attestano a 662.188 unità (+2,1%). I volumi, tuttavia, sono ancora lontani dal livello fisiologico per un Paese che, in base al reddito pro-capite e al grado di sviluppo economico, dovrebbe immatricolare tra 1,2 e 1,3 milioni di autovetture l'anno, contro le circa 720.000 (+3%) previste per il 2013. Il mancato rinnovamento del parco negli ultimi anni ha prodotto una domanda arretrata di circa 2,2 milioni di unità e un innalzamento dell'età media del circolante a 10 anni. Per questo il prossimo anno il mercato potrebbe crescere ancora.

FRANCIA – In Francia, a novembre 2013, si registrano 138.829 nuove immatricolazioni, con una variazione negativa del 4% su a novembre 2012. Nei primi undici mesi dell'anno, i volumi complessivi ammontano a 1.615.137 unità, con una contrazione del 7,1% rispetto a gennaio-novembre 2012, che sale a -5,9% a parità di giorni lavorativi. L'Associazione francese dei Costruttori CCFA conferma la sua ultima previsione di chiusura del 2013 a -6%. Per il 2014 è previsto un leggero recupero della domanda dovuto al lancio di nuovi prodotti.

GERMANIA – Il mercato tedesco ha registrato a novembre 254.651 immatricolazioni, con una contrazione del 2% rispetto allo stesso mese del 2012. A parità di giorni lavorativi, tuttavia, il mercato risulterebbe in crescita del 3% rispetto a novembre 2012. Nel periodo gennaio-novembre 2013 i volumi complessivi ammontano a 2.737.111 unità, con una flessione del 4,9% rispetto allo stesso periodo del 2012. A fine 2013, le immatricolazioni complessive saranno attorno a 2,93 milioni di unità, con una flessione del 5%. Per il 2014, VDA prevede un mercato attorno ai 3 milioni di vetture immatricolate, quindi poco sopra i livelli del 2013

INGHILTERRA – Per il mercato inglese, infine, a novembre si registra il ventunesimo segno positivo consecutivo: +7%, per un totale di 159.581 nuove immatricolazioni. Nel cumulato da inizio anno i volumi complessivi raggiungono 2.111.819 unità, il 9,9% in più rispetto a gennaio-novembre 2012 e già al di sopra dei livelli dell'intero 2012 (2.044.609 unità). L'Associazione inglese dei Costruttori SMMT ipotizza una chiusura d'anno a 2,25 milioni di unità e si aspetta una tenuta della domanda anche nel 2014, in grado di replicare o superare il risultato del 2013 in termini di volumi.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto elettriche

Auto elettriche e limiti per i neopatentati: il MIMS smentisce il Viminale

Garage auto: norme, spese e tasse sull’affitto

Assistenza alla guida attiva: solo il 26% degli automobilisti la usa