Mazda SkyActiv, efficienza e piacere di guida

Una panoramica degli accorgimenti tecnici che compongono il sistema Mazda SkyActiv

30 maggio 2013 - 12:21

Nell'epoca del downsizing, dei motori turbo e dei cambi a doppia frizione, c'è una casa automobilistica che va controcorrente, puntando su soluzioni diverse per migliorare l'efficienza delle proprie vetture. Si tratta di Mazda, che dell'originalità tecnica ha sempre fatto un vanto; basta ricordare gli oltre quaranta anni di sviluppo sul motore rotativo Wankel, culminati con la vittoria alla 24 Ore di Le Mans nel 1991. Il nuovo pacchetto tecnologico progettato dagli ingegneri giapponesi si chiama SkyActiv e riguarda tutti gli aspetti fondamentali dell'auto: il motore, la trasmissione e il telaio. L'obiettivo di Mazda è semplice: ridurre consumi ed emissioni senza mai compromettere il piacere di guida.

IL PROCESSO DI COMBUSTIONE – La Mazda CX-5 e la nuova Mazda6 sono i primi modelli progettati secondo le specifiche SkyActiv Technology, che nel prossimo futuro verranno estese al resto della gamma. Tutto inizia dal motore, con la cura maniacale del processo di combustione. Per questo, nei motori benzina, è stato alzato il rapporto di compressione fino a 14:1, un valore di solito riservato alle auto da gara e che può dare origine a problemi di detonazione all'interno del cilindro, perché le sue pareti diventano troppo calde e la miscela aria/benzina si accende spontaneamente. Per abbassare le temperature nella camera di scoppio viene utilizzato un iniettore ad alta pressione a sei fori, che immette la benzina direttamente nel cilindro (iniezione diretta) in fasi diverse, riuscendo a controllare meglio la combustione; inoltre nella parte centrale di ogni pistone c'è una piccola rientranza, simile al cratere di un vulcano, che offre una sorta di via di fuga alla miscela, impedendone il surriscaldamento precoce. Infine, i collettori di scarico sono più lunghi del normale, per impedire ai gas espulsi dai cilindri di rientrare.

GLI ATTRITI INTERNI – Per ridurre gli attriti interni del motore, che causano una perdita di energia utile, sono state adottate pompe dell'acqua e dell'olio a portata variabile, aumentando l'efficienza rispettivamente del 31 e del 74 %. Anche i pistoni e l'albero motore, fondamentali in quanto “parti in movimento” sono più scorrevoli del 25 %, mentre gli alberi a camme e le valvole del 54 %.

I MOTORI DIESEL – Il nuovo motore SkyActiv-D vanta il rapporto di compressione ( 14:1) più basso di tutta la produzione di serie mondiale, raggiunto grazie a un'iniezione diretta particolarmente curata, che consente avviamenti a freddo senza problemi e un riscaldamento ottimale della camera di combustione; questo ultimo processo avviene con un particolare ricircolo dei gas di scarico, attraverso la fasatura delle valvole, che è stato brevettato da Mazda. Viste le sollecitazioni minori rispetto a un diesel tradizionale, il basamento è in alluminio, mentre pistoni e albero motore sono più leggeri, per un risparmio di peso globale del 10%. Inoltre il turbodiesel Mazda raggiunge agevolmente i 5.200 giri, valore di assoluto riferimento ed è già omologato Euro 6, senza l'uso di additivi post-combustione.

ALTERNATORE INTELLIGENTE – Il sistema di frenata rigenerativa i-Eloop alimenta l'impianto elettrico della vettura limitando il lavoro all'alternatore alle sole fasi in cui questo non richiede di consumare energia, cioè le frenate e le decelerazioni. Così nella marcia a velocità costante e nelle accelerazione non sottrae potenza al motore. L'elettricità generata viene immagazzinata da un condensatore, che ha tempi di reazione molto più rapidi di una tradizionale batteria.  Il sistema integra anche la funzione start/stop, che Mazda chiama i-stop e che garantisce un riavvio particolarmente rapido.

CAMBIO E TELAIO – Il cambio automatico a 6 marce SkyActiv utilizza un convertitore di coppia di nuova generazione e una centralina di controllo separata, che migliorano l'efficienza e la velocità delle cambiate. I nuovi telai Mazda sono composti al 61% da acciai ad altissima resistenza, che incrementano la rigidità e diminuiscono il peso, a tutto vantaggio delle caratteristiche stradali. 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto nuove, prezzi sino a +24% rispetto al listino negli USA

Trasporto auto elettriche: servono navi speciali “antincendio”

Auto nuove: i sistemi di sicurezza fondamentali per Global NCAP