Marchionne al Salone di Ginevra: ecco il futuro di Fiat Chrysler Automobiles

Al Salone di Ginevra Marchionne ed Elkann parlano dei futuri modelli Fiat-Chrysler: Renegade e 500X a Melfi mentre la spider potrebbe essere Abarth

4 marzo 2014 - 12:02

Il primo appuntamento da non perdere del Salone di Ginevra è la conferenza stampa del neonato Gruppo Fiat Chrysler Automobiles. Sergio Marchionne e John Elkann hanno risposto per circa 40 minuti ai giornalisti, italiani e non, intervenuti in sala stampa.

JEEP RENEGADE E FIAT 500X – È stata appena presentata la Jeep Renegade, la nuova SUV di segmento B che verrà prodotta nello stabilimento di Melfi, insieme alla Fiat 500X. Ovviamente l'interesse di tutti è molto concentrato su questo modello e su quello che potrà rappresentare sia per il Gruppo che per l'industria italiana. Le linee produttive dell'impianto lucano sono già in moto per assemblare gli esemplari di preserie, mentre la produzione dei modelli che arriveranno nei concessionari inizierà il 14 di luglio. Marchionne ha sottolineato l'importanza di queste due auto, che satureranno completamente l'impianto e che hanno una complessità tecnica ben superiore a quella della Punto, che storicamente viene assemblata proprio a Melfi.

STABILIMENTI – Dal punto di vista finanziario, invece, Marchionne ha posto l'accento sulle possibilità che derivano dalla nuova organizzazione del Gruppo. In particolare l'a.d. di FCA ha sottolineato che l'investimento sulla fabbrica di Melfi è stato pagato con risorse appartenenti al marchio Chrysler.  In un gruppo internazionale e diversificato come FCA l'utilizzo degli asset da parte dei vari brand è fondamentale. Infatti la Jeep Renegade verrà prodotta anche nello stabilimento brasiliano di Pernambuco e in futuro le Jeep potranno anche sfruttare gli impianti cinesi di GAC.

ALFA SPIDER – È indiscrezione delle ultime ore il fatto che la spider due posti sviluppata in collaborazione con Mazda potrebbe anche non portare il marchio Alfa Romeo sul cofano. Marchionne non ha fornito informazioni risolutive in merito, limitandosi a commentare che il modello verrà presentato alla fine del 2015 e che potrebbe portare qualsiasi altro marchio italiano, che probabilmente potrebbe essere Fiat o addirittura Abarth.

IL MERCATO – Interrogato sulla situazione del mercato europeo, Marchionne ha dichiarato che la “ripresina” del 2014 non sarà affatto risolutiva e che i numeri sono ancora troppo bassi. Il problema, ha dichiarato l'a.d. di Fiat, è la capacità di acquisto dei clienti privati, finché non risalirà quella non si potrà parlare di vera ripresa.

L'ELETTRICO E L'IBRIDO – La trazione elettrica è economicamente un bagno di sangue. Marchionne non ha cambiato idea su questo, mentre ha annunciato che la prima auto ibrida plug-in del Gruppo FCA verrà presentata negli Stati Uniti a metà del 2016.

ADDIO LANCIA – Il nuovo piano industriale del Gruppo FCA verrà annunciato il 6 maggio, quando verrà svelata anche la strategia futura per il rilancio di Alfa Romeo, che viene giudicato come fondamentale e riguardo al quale l'impegno prosegue ininterrotto. Ma il primo modello nuovo non arriverà comunque prima del 2015. A questo proposito, sembra ormai certa la morte del marchio Lancia che sopravvivrà solo in Italia ma legato a un solo modello, la Ypsilon. Di contro, il marchio Chrysler potrebbe ritornare in Europa, novità che potrebbe essere annunciata nel piano industriale.

DEBITO CHRYSLER – Intanto si susseguono voci e indiscrezioni anche sul debito rifinanziato nel 2014 con il Veba (il fondo fiduciario gestito dal sindacato Uaw che garantisce la copertura sanitarie ai pensionati Chrysler). Alla domanda di un eventuale rifinanziamento entro il 2015 o il 2016, i vertici FCA hanno risposto che: “E' un debito (finora 5 mld raccolti con tasso di interesse abbassato da 9 al 5%, ndr) che scade nel 2019-2021 e non c'è urgenza di rifinanziarlo”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Monopattini elettrici come biciclette

Monopattini elettrici, in arrivo nuovi limiti e sanzioni?

Tariffe taxi da e per gli aeroporti

Parcheggio aeroporto: un sito ti aiuta a non perdere tempo

Come pulire la carrozzeria dell’auto sporcata dagli uccelli