Marche auto: le parentele tra Costruttori e Case automobilistiche

Scopriamo assieme le parentele tra i brand e i Costruttori nate da acquisizioni e cessioni. Ecco come si articolano i legami tra le Marche di auto

26 aprile 2017 - 9:00

I marchi automobilistici attivi e commercializzati in tutto il Globo sono davvero numerosi e forse non tutti sanno che molti di essi sono collegati o fanno capo a un medesimo grande gruppo industriale. Negli anni molti brand sono passati di mano o sono stati salvati dal tracollo finanziario e rilevati da una grande Casa costruttrice (Leggi l'esempio di Nissan Renault che ha rilevato Mitsubishi); il più recente e importante cambio di proprietà in Europa ha riguardato un marchio che ha fatto la storia dell'automobilismo. Scopriamo assieme, grazie a una eloquente infografica che trovate in allegato qui sotto (e scaricabile in fondo all'articolo per una migliore consultazione), quali sono le parentele tra i brand automobilistici

CESSIONI, PASSAGGI DI PROPRIETA' E SALVATAGGI DAL CRACK FINANZIARIO L'aggregazione di marchi automobilistici diversi sotto l'egida di un unico grande costruttore è un fenomeno che si è intensificato negli anni e spesso influenzato dai cambiamenti e dalle fasi del mercato auto internazionale. Molti brand, anche storici, hanno cessato l'attività come entità individuali per riprendere poi, di solito con rinnovato vigore, come satelliti di importanti gruppi industriali. Gli esempi che potremmo portare sono davvero tanti, due su tutti gli storici marchi italiani Alfa Romeo e Lancia passati, in epoche diverse, sotto il pieno controllo di FIAT (Leggi della ventilata cessione di Ducati e MAN da parte del Gruppo VW).

LA RECENTE CESSIONE DI OPEL AL GRUPPO PSA Lo scorso marzo è stata siglata la cessione del marchio Opel, da tempo immemore di proprietà del colosso nordamericano General Motors, ai francesi del Gruppo PSA. Le voci di una possibile vendita del brand tedesco a uno dei competitor europei è nell'aria da quasi un decennio e dopo varie trattative a mettere le mani sulla Casa del Fulmine è stata la compagine parigina, da anni in partnership con GM per lo sviluppo di modelli congiunti. Con l'annessione di Opel il Gruppo PSA diventa il secondo più grande gruppo automobilistico europeo, raggiungendo una quota di mercato pari al 16.3% posizionandosi dietro il Gruppo Volkswagen. (Qui trovi tutti i dettagli della cessione Opel).

IL GIOCO DELLE PIATTAFORME Quando un brand viene rilevato da un'altra Casa costruttrice spesso si assiste ad un progressivo rinnovamento della sua gamma da parte della nuova gestione. Nel farlo, per via delle economie di scala, vengono sovente condivise piattaforme già sviluppate e utilizzate per produrre le automobili del costruttore “capogruppo”. Questo fenomeno è sotto gli occhi di tutti e ne sono un classico esempio numerose automobili del Gruppo Volkswagen o del Gruppo FCA, tutte progettate attorno a una medesima piattaforma e base meccanica, condividendo spesso motorizzazioni e trasmissioni. Prossimamente vi presenteremo una dettagliata infografica sulle piattaforme utilizzate e condivise dalle case costruttrici.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Consiglio acquisto utilitaria: budget fino a 10.000 euro

Ciclisti più spericolati degli automobilisti? Uno studio spiega perché

Cassazione: omicidio stradale, l’imprudenza altrui non è un’attenuante