L'Italia che tira: 82 dealer Alfa in USA, Maserati aumenta produzione

Gli Stati Uniti si preparano ad accogliere la 4C con 82 nuovi dealer Alfa Romeo. Maserati è in continua crescita

10 giugno 2014 - 18:05

In uno scenario altamente critico per il mercato dell'auto, come è quello italiano, ogni tanto arriva qualche buona notizia, di cui fa sinceramente piacere parlare. La prima riguarda Alfa Romeo, probabilmente il marchio con il più grande potenziale inespresso del mondo, che ora sembra davvero prossimo al tanto atteso rilancio. Il product plan presentato da Sergio Marchionne in persona lo scorso 6 maggio è davvero ambizioso ma i primi frutti concreti non si vedranno, nel migliore dei casi, che alla fine del prossimo anno, con la presentazione della berlina di segmento D, che tutti chiamano Giulia. Nel frattempo c'è da gestire il lancio americano della 4C, la prima Alfa che fa davvero battere il cuore da diversi anni a questa parte.

82 DEALER ALFA NEGLI USA – Proprio per questo il Gruppo FCA ha annunciato di aver erogato 86 nuove concessioni per il marchio Alfa a diversi dealer degli Stati Uniti e del Canada. Gli stati coperti sono 33, con una concentrazione maggiore in California, in Florida e in Texas. Del totale 82 sono in USA (i rimanenti in Canada), di questi ben 79 sono già concessionari del marchio Fiat. Ora i nuovi concessionari Alfa Romeo avranno modo di prepararsi per l'arrivo delle prime 4C coupé “Launch Edition” con specifiche USA, previste per la fine dell'anno.

STAFF SPECIFICO PER ALFA ROMEO  – “Ogni singolo dealer Alfa Romeo avrà uno staff esclusivo dedicato ai clienti del Biscione – ha dichiarato Peter Grady, Responsabile dello Sviluppo Rete di FCA – Saranno equipe di primo livello, sia dal punto di vista tecnico che commerciale, vogliamo che le 4C e i loro proprietari siano trattati nel modo migliore possibile”. Grady ha concluso che la rete Alfa Romeo potrà crescere fino a 300 concessionarie; attualmente il brand Fiat ne conta più di 220.

MASERATI INCREMENTA LA PRODUZIONE – Per un'Alfa che prova a rinascere c'è una Maserati che ha già iniziato a mettere delle solide basi, chiamate Ghibli e Quattroporte. I numeri che arrivano dai vari mercati sono così buoni la Casa del Tridente avrebbe deciso di aumentare la produzione di entrambe del 20%, secondo quanto riportato da Automotive News. L'incremento dovrebbe diventare operativo a partire da settembre, quando dallo stabilimento di Grugliasco (ex-Bertone) la produzione passerà da 750 a 900 pezzi settimanali. Per questo verranno aggiunti due turni ogni sabato, con anche 350 lavoratori spostati da Mirafiori a Grugliasco e verranno ridotte le vacanze estive a due settimane per il mese di agosto. Quest'ultima scelta, tuttavia, ha già creato tensioni tra i sindacati, che hanno annunciato uno sciopero di quattro ore il prossimo venerdì. Una crescita quanto mai necessaria, visto che il 2014 si chiuderà circa 40.000 ordini, praticamente il doppio del 2013. Nei primi cinque mesi di quest'anno infatti, sono già state consegnate 12.512 Maserati, contro le 15.400 vendute in tutto il 2013.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Viaggi estate 2022

SicurAUTO.it vi augura buone vacanze: ci rivediamo il 22 agosto

Incentivi auto, l’UE critica gli USA: “il nuovo piano è discriminatorio”

Test drive auto nuova: con i brand di EV sono fondamentali