Questo sito contribuisce alla audience de

Limiti di velocità: se aumentano del 10% si ha un +40% di vittime

Uno studio effettuato in 10 Paesi ha confermato come, con un aumento del 10% dei limiti di velocità, si registrino il 40% di incidenti mortali in più

Limiti di velocità: se aumentano del 10% si ha un +40% di vittime
Ad alcuni potrà sembrare una banalità, ad altri no. Spesso si è discusso se aumentare i limiti di velocità in alcuni tratti autostradali ma, stando a quanto rilevato dall'ITF Internationla Transport Forum - , questa potrebbe essere una strada molto poco proficua e anzi, potenzialmente molto dannosa. Restando in Italia, i limiti di velocità sono variabili a seconda della strada e delle condizioni climatiche e, attualmente, i limiti sono sulle autostrade di 130 km/h - 110 in caso di maltempo - 110 km/h per le strade extraurbane principali, 90 su strade extraurbane locali e 50 km/h in città. Ma cosa succederebbe se questi limiti venissero aumentati?

PIÙ VITTIME SULLE STRADE

Per capire l'impatto negativo che avrebbe un aumento dei limiti di velocità è arrivato il report dell'ITF, che ha fatto luce su una questione mai troppo delicata. Ebbene, stando alle stime effettuate analizzando 11 casi in 10 Paesi, un aumento del 10% dei limiti di velocità si tradurrebbe in un +40% di vittime sulla strada che sia anche questa la causa di un 2018 per ora negativo?. Non solo più vittime, ma anche più incidenti con feriti (+20%) e un incremento di feriti e morti non automobilisti (+30%) - sapevi che anche il passaggio da ora solare a legale può essere causa di un incremento degli incidenti?. Un vero e proprio monito, per chi pensava di poter adottare un sistema simil-Germania, almeno per quanto riguarda le Autobahn, con autostrade senza limiti di velocità.

INDAGINI EFFETTUATE IN 10 PAESI

Come dicevamo sono stati 10 i Paesi analizzati dall'ITF: Australia, Austria, Danimarca, Francia, Israele, Italia, Norvegia, Stati Uniti, Svezia e Ungheria. I Paesi presi in esame, sono quelli che hanno intrapreso azioni legate alla sicurezza stradale, abbassando i limiti o portando in strada sistemi di controllo automatico della velocità come ad esempio il Safaety Tutor nostrano. Analizzando i dati, è emerso come, le strade con limiti di velocità più bassi, fossero anche le più sicure, con meno incidenti e meno vittime, confermando come, l'aumento dei limiti di velocità non porti assolutamente a una riduzione di incidenti e di vittime - inoltre vi ricordiamo l'arrivo dell'eCall, una tecnologia che sarà obbligatoria su tutti i veicoli, scopri qui come funziona.

ALTRI CONSIGLI DELL'ITF

Seguendo la formula evidenziata in questo report - che sarà un'ottima base di partenza parlando di sicurezza stradale nel Summit dei Ministri dei Trasporti a Lipsia il 23-24-25 maggio - per ogni 1% di incremento dei limiti di velocità, aumenta del 2% il rischio di incidenti, e de 4% gli incidenti mortali. A margine del report, l'ITF ha dato una serie di raccomandazioni per quanto riguarda la sicurezza strada, come ridurre i limiti di velocità su alcune strade, diversificandoli a seconda della categoria del veicolo. Qualora venissero aumentati i limiti, è consigliabile secondo l'ITSF, aumentare i controlli e migliorare le infrastrutture.

Pubblicato in Codice della Strada il 04 Aprile 2018 | Autore: Giuseppe Gomes


Commenti

Marco75 il giorno 06 Aprile 2018 ha scritto:

Incredibile scoperta, se andiamo tutti a piedi calano del 100% gli incidenti in auto ?!! Premio nobel al giornalista ...

Daniele G. il giorno 08 Aprile 2018 ha scritto:

Caro Marco, se solo il tuo commento avesse un minimo di costruttivo anzichè limitarsi ad una triste esternazione tipica di un troll ...


Cerca Crash Test Auto

Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri