[Scenic X-Mod Dinamic] Fabrizio Pedretti

6 settembre 2011 - 3:02

Il 13 di Marzo 2011 la Scenic x-mod targata DY 9** GE alla cui guida era mia moglie è andata a centrare violentemente un palo in cemento dell'Enel. L'urto che ha completamente distrutto la parte anteriore dell'auto ha causato la rottura dello sterno a mia moglie e la rottura di tre costole a mia suocera seduta a fianco perchè a detta di carrozzieri e meccanici che l'anno visionata, non sono usciti gli airbag.

La Renault interpellata per una spiegazione, dopo il sopralluogo di un tecnico, ha dichiarato che nessuna anomalia è da imputarsi alla centralina elettronica. Ovviamente non mi reputo soddisfatto di una risposta così formale. Non sono un tecnico ma presuppongo che se la centralina è tutt'ora funzionante qualche altro apparato coinvolto nel sistema non ha funzionato.

Distinti saluti
Fabrizio Pedretti

Scenic X-Mod  Dinamic
Immatricolazione:  12/2009
Km. percorsi: 16800

Risponde Bruno Pellegrini, l'esperto di SicurAUTO.it

La mancata attivazione degli airbag frontali della Renault Scenic del Sig. Pedretti, a giudicare dal tipo e dall'entità dell'urto, non può essere certamente tacitata con la discutibile ed unilaterale risposta fornita dal costruttore. Infatti, l'assenza di eventuali “codici guasti” in memoria (questo, immagino, avrà verificato il tecnico Renault), è solo un parametro preliminare assolutamente insufficiente per una accurata ed approfondita valutazione del caso.

La casistica dimostra ampiamente che i comportamenti anomali dei sistemi airbag, sono quasi sempre del tutto indipendenti dalla presenza di eventuali codici guasto. Nel caso specifico, le lesioni fisiche riportate dagli occupanti (frattura sterno e costole) dimostrano senza alcun dubbio che sarebbero state evitate con la corretta attivazione degli airbag frontali.

Quindi sussiste un indiscutibile nesso causale tra il danno fisico subito e la mancata attivazione del sistema airbag. Inoltre, il tipo di impatto e le deformazioni del veicolo giustificano ampiamente l'attivazione degli airbag. Le condizioni standard previste per l'attivazione del sistema sono:

  • velocità del veicolo min. 25-30 Km/h
  • urto frontale entro un angolo di 30° rispetto all'asse longitudinale del veicolo
  • valore di decelerazione (espresso in g) oltre la soglia di sicurezza

(N.B. : nessuna Casa automobilistica dichiara la soglia di attivazione dei propri airbag ma esistono dei parametri acquisiti e calcolabili su cui basarsi, vedi nostro approfondimento sugli airbag difettosi).
 
L'urto in questione rientra perfettamente in tali parametri. In merito alla velocità stimata del veicolo, l'eventuale rilievo dell'incidente da parte della Polstrada (che dovrebbe esistere, visto che vi sono dei feriti) ci potrà essere di valido aiuto.
In conclusione, suggerisco al Sig. Pedretti un'azione legale risarcitoria nei confronti del fabbricante e del venditore per danni fisici e materiali causa prodotto non conforme alle caratteristiche legittimamente attese, nonchè pericoloso.

Il legale dovrà richiedere al tribunale competente perizia medico-legale (meglio se esiste già una cartella clinica ospedaliera) ed una perizia tecnica sul veicolo, sperando che non sia stato nel frattempo riparato o rottamato. Esistono comunque dei casi di sentenze emesse solo su base documentale e fotografica.

Restiamo a disposizione per ulteriori sviluppi del caso

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Sciopero benzinai 14 dicembre

Benzina 100 Ottani: serve davvero?

Revisione auto: come avviene davvero e perché non aiuta la sicurezza

controlli sulla carrozzeria

Costi riparazione paraurti auto: l’evoluzione di un componente divenuto caro