[Opel Corsa] – Barrano Susanna

6 settembre 2011 - 3:02

Rispondo alla Vostra lettera inviando in allegato copia della nota da me inviata alla Opel, nella quale è descritto tutto il fatto e per la quale non ho mai ricevuto risposta.

Non sono in possesso di foto in quanto, in tutta fiducia, le medesime furono scattate a cura della Concessionaria di Caltagirone e non ne ho mai avuto una copia.

Preciso infine che, pur essendo stati riparati i danni alla carrozzeria (assieme ad altri), il danno relativo all’airbag non è mai stato riparato, visti i costi elevati (si parla di circa 3-4 milioni di vecchie lire).
Al proposito vorrei sapere se la vettura può circolare senza airbag e può superare la revisione che dovrà fare nel 2004-2005.
Grazie per l’attenzione, Carlo Conte (marito dell’interessata).

Spett.le OPEL Italia
Centro relazioni clienti
Piazzale dell’Industria 40
00144 ROMA

OGGETTO: falso intervento airbag

La sottoscritta BARRANO Susanna, nata a Caltagirone (CT) il 27-07-1955, residente e domiciliata a Caltagirone (CT) in via XXXXXXX 5, proprietaria di un’autovettura OPEL Corsa 1000 targata BVxxxTD ed immatricolata il 28-06-2001, fa presente quanto segue:

In data 9-6-2002 la propria autovettura, a seguito di una manovra errata nel cortile della propria abitazione, urtava lo spigolo del muro con conseguente intervento di tutto il sistema di protezione ad airbag;

in data 10-6-2002, ritenendo intempestivo (vista la bassissima velocità di manovra) l’intervento medesimo, si è rivolta al concessionario per richiedere la riparazione in garanzia;

non avendo ricevuto risposte soddisfacenti, in data 12-6-2002, ha comunicato telefonicamente il fatto al Vs Servizio Clienti (ha risposto la Sig,na Melinda Canzonieri), ricevendo l’assicurazione che, dopo i necessari accertamenti da effettuare in Concessionaria, l’Opel Italia avrebbe dato una risposta chiara e definitiva al problema;

dopo accordi con il Concessionario, ha consegnato al medesimo la propria autovettura per i rilievi del caso, ricevendone assicurazioni verbali che, salvo parere contrario della Opel Italia, i danni riscontrati sull’autovettura (e in particolare la deformazione subita dal longherone) non sembravano tali da poter aver causato l’intervento del sistema di protezione;

successivamente, in data 4-7-2002, ha ricevuto una semplice comunicazione telefonica dal Vs Servizio Clienti che recitava quasi testualmente la seguente frase: “a parere della OPEL gli airbag dovevano intervenire”.

Considerato che la scrivente è ancora del parere che l’intervento degli airbag sia stato intempestivo in quanto:

1) la velocità di impatto era bassa (certamente inferiore ai 15 km/h) anche in considerazione delle possibilità di movimento dell’autovettura nel cortile della propria abitazione;
2) i danni riportati dall’autovettura sono di modesta entità e lo stesso spigolo del muro non si è neanche scrostato (tutti elementi mostrati ai vostri tecnici durante i rilievi disposti dalla Opel);
3) i libretti di istruzione di altri autoveicoli, il sito di quattroruote, come pure il parere espresso da altri tecnici di propria conoscenza parlano tutti di un limite di velocità per il non intervento, nelle more di adire le vie legali, la scrivente chiede che la decisione presa sulla vicenda dalla OPEL sia confermata in forma scritta e accompagnata da una relazione tecnica che ne giustifichi le motivazioni.

Si resta in attesa di urgente riscontro.
Barrano Susanna – Caltagirone (CT)

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Sciopero benzinai 14 dicembre

Benzina 100 Ottani: serve davvero?

Revisione auto: come avviene davvero e perché non aiuta la sicurezza

controlli sulla carrozzeria

Costi riparazione paraurti auto: l’evoluzione di un componente divenuto caro