[Fiat Multipla] – Federico Crescenzi

6 settembre 2011 - 3:02

A seguito di incidente in autostrada con FIAT Multipla (testa coda forse dovuto a scoppio di gomma, velocità ca. 110 km/ora) mia moglie ha dovuto subire l’asportazione della milza. Lo spappolamento dell’organo è stato dovuto, secondo molte evidenze confermate anche da periti di infortunistica e da medici, dall’apertura dell’air bag laterale sinistro. Si è aperto anche il destro, ovviamente, ma non i frontali. Viaggiava sola. Indossava la cintura. Il fatto che non sia morta per l’emorragia è stato definito un ‘miracolo’ dagli stessi chirurghi (in realtà sono stati bravi loro -Ospedale di Vasto- e chi la ha soccorsa).

Il fatto notevole e grave è che mia moglie non avrebbe subito alcun danno se l’airbag non si fosse aperto, o se almeno l’esplosione e spinta verso il fianco fossero state tarate con minor forza. Non c’è stata, infatti, alcuna intrusione dello sportello (la forza dell’airbag ha addirittura sfondato il suo rivestimento interno rigido) nell’abitacolo, che del resto è rimasto intatto, e dunque l’airbag non ha protetto mia moglie da alcuna minaccia laterale. In sostanza, non doveva proteggerla da nulla, ma le ha procurato l’unico danno, quasi letale.

Sto valutando se è giusto e opportuno citare la casa costruttrice, pur sapendo che è un’impresa molto difficile.

Non sollevo tanto dubbi sull’opportunità dell’attivazione degli airbags, ma sulla taratura della forza esplosiva, sulla loro forma e posizione.
Se qualcuno, tra gli utenti di questo servizio o tra i suoi gestori, ha informazioni che mi possano essere utili, chiedo cortesemente che mi siano fornite. Intanto spero che la mia segnalazione susciti comunque interesse.
Grazie,
Federico Crescenzi

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Sciopero benzinai 14 dicembre

Benzina 100 Ottani: serve davvero?

Revisione auto: come avviene davvero e perché non aiuta la sicurezza

controlli sulla carrozzeria

Costi riparazione paraurti auto: l’evoluzione di un componente divenuto caro