[BMW X3] Gianluigi Giammetta

6 settembre 2011 - 3:02

In condizione di traffico rallentato ho tamponato con la mia BMW X3 una macchina in frenata e sono esplosi tutti gli airbag dell'auto, sia quelli fronte cruscotto che quelli laterali.

A mio parere l'urto non giustificava la loro esplosione visto che l'auto non ha avuto nessun danno visibile sul paraurti anteriore. Nella stessa condizione l'auto tamponata.

Adesso mi trovo un preventivo della BMW di Roma di circa 6.000,00 euro che trovo assolutamente esagerato. Vorrei sapere se esistono le condizioni per una causa che mi consenta di far rientrare la spesa sotto garanzia per malfunzionamento degli airbag.

Gianluigi Giammetta

Risponde Bruno Pellegrini, l'esperto di SicurAUTO.it

Sulla base della breve descrizione del tamponamento e delle foto inviateci dal Sig. Giammetta, possiamo affermare che il suo caso appare ancor più anomalo e molto simile a quello segnalatoci a suo tempo dal Sig. Cristiano L. (Land Rover Discovery 3 V6 del 2008).

Nel caso della BMW X3 si sono attivati anche gli airbag laterali in assenza assoluta di urti laterali. A giudicare dalla integrità del frontale, la velocità al momento dell'impatto sarà stata molto bassa, quindi inferiore a quella minima prevista per l'attivazione degli airbag (25-30 Km/h). Tuttavia, preghiamo il Sig. Giammetta di volerci indicare approssimativamente la velocità al momento dell'impatto.

Inoltre, per un quadro più completo, suggeriamo di far verificare la struttura resistente del telaio all'interno del fascione paraurti anteriore, per accertare eventuali deformazioni della traversa o dei longheroni longitudinali (i paraurti in materiale plastico sono elastici e sottoposti ad urti a bassa velocità spesso non si rompono). La presenza di deformazioni sul telaio potrebbe far pensare ad un urto a bassa velocità (comunque prossima a quella limite) ma con discreta decelerazione (la vettura tamponata era ferma?).

Le foto peraltro non consentono di vedere se si è attivato anche l'airbag frontale del passeggero. Forse è del tipo disattivabile in assenza dell'occupante. Se non si riscontrano deformazioni al telaio anteriore, vi sono i presupposti per una azione risarcitoria nei confronti del fabbricante. Inoltre il danno economico è aggravato dall'attivazione del tutto anomala ed inutile degli airbag laterali.

In buona sostanza, si potrebbe ravvisare la non conformità del sistema airbag rispetto alle reali esigenze di sicurezza ed agli standard promessi all'utilizzatore. L'eventuale scadenza della garanzia del veicolo, in questi casi ove è in discussione la sicurezza, è assolutamente ininfluente ai fini della responsabilità legale del fabbricante.

Suggeriamo quindi al Sig. Giammetta di chiedere tramite legale una CTU (consulenza tecnica d'ufficio) al tribunale competente, poichè le possibilità di successo, visti i presupposti, sono concrete (vi sono sentenze favorevoli al ricorrente per casi molto meno eclatanti). Sarà altresì fondamentale in sede legale, sottolineare l'assenza del nesso causale tra l'urto che non avrebbe comunque causato lesioni fisiche agli occupanti e la attivazione inutile degli airbag. E' inoltre opportuno che il Sig. Giammetta nomini un suo CTP (consulente tecnico di parte) perchè la controparte avrà il suo.

Come ho già spiegato in altre occasioni, le Case costruttrici non dichiarano il valore in g della soglia di attivazione degli airbag prescelto per i vari modelli. Per le vetture più piccole  e leggere si adottano valori di soglia più bassi (da 2g in su) mentre sui veicoli 4×4 è preferibile avere soglie di attivazione su valori più alti per evitare l'accidentale attivazione airbag nel fuori strada.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Sciopero benzinai 14 dicembre

Benzina 100 Ottani: serve davvero?

Revisione auto: come avviene davvero e perché non aiuta la sicurezza

controlli sulla carrozzeria

Costi riparazione paraurti auto: l’evoluzione di un componente divenuto caro