Legge 104 e acquisto auto: ecco tutte le agevolazioni

Sono molteplici le agevolazioni all’acquisto per disabili e nuclei familiari che ne hanno a carico. Ecco come accedervi e tutti i documenti necessari

Legge 104 e acquisto auto: ecco tutte le agevolazioni
Oggi affrontiamo un tema che non sempre riceve attenzione o importanti informazioni. Quali sono le agevolazioni all'acquisto di un'auto per chi rientra nella legge 104? Grazie ad un recente chiarimento da parte dell'Agenzia delle Entrate proprio in merito a questo argomento - e per il self service?. Tante e varie le esenzioni con anche altre agevolazioni, non solo per chi è affetto da disabilità ma anche per le famiglie che hanno a carico una persona disabile. Agevolazioni che riguardano una serie di veicoli, e non necessariamente automobili.

CHI RIENTRA NELLA CATEGORIA PROTETTA

Partiamo da chi può averne diritto. La categoria protetta la cui posizione è tutelata dalla legge 104/92 comprende: non vedenti e sordi, disabili con handicap psichico o mentale titolari dell'indennità di accompagnamento, disabili con grave limitazione della capacità di deambulazione o affetti da pluriamputazioni, disabili con ridotte o impedite capacità motorie - qui come proteggersi dalle multe con il contrassegno disabili e ZTL. Una volta dato un quadro generale su chi può accedere alle norme previste dalla legge 104, andiamo a vedere quali sono le agevolazioni in merito all'acquisto di un veicolo per tale categoria - immaginate in un futuro in cui le auto a guida autonoma saranno libere di circolare i vantaggi che avranno, ad esempio, i non vedenti. Subito una precisazione. Non solo il disabile, ma anche la famiglia che lo ha a carico può accedere a tali agevolazioni.

I BENEFICI

La normativa prevede 4 tipologie di benefici, e posso essere cumulabili a seconda dei casi e, come già ampiamente specificato, non riguarda solo l'acquisto di autovetture, ma anche per alcuni autoveicoli specifici come autoveicoli per il trasporto promiscuo, autoveicoli specifici, autocaravan, motocarrozzette, motoveicoli per il trasporto promiscuo, motoveicoli per trasporti specifici. Di seguito le agevolazioni:
  • Detrazione Irpef imposta sul redito delle persone fisiche - pari al 19% del costo del veicolo, con una spesa massima di 18.075,99 euro. Tale detrazione deve essere indicata nella dichiarazione dei redditi, e può essere effettuata o in un'unica soluzione o in 4 quote. Ipotizziamo quindi l'acquisto di un veicolo del valore complessivo di 15.000 euro. Tale detrazione equivarrebbe a 2.850 euro.
  • Riduzione del peso dell'IVA sull'acquisto del veicolo, da 22% al 4%.
  • Esenzione perpetua sul bollo auto, non limitata a un periodo temporale
  • Esonero del pagamento dell'imposta di trascrizione sui passaggi di proprietà
    Per quanto riguarda la detrazione dell'IVA, l'Agenzia delle Entrate ha precisato che per potervi accedere si può presentare una dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà.

    LA DOCUMENTAZIONE NECESSARIA

    Nella nota pubblicata dall'Agenzia delle Entrate, non solo le indicazioni su chi ha diritto alle agevolazioni, tipologie di auto e appunto agevolazioni, ma anche tutta la documentazione necessaria da presentare per poter beneficiare della Legge 104 per l'acquisto di auto.
    • Presentare il verbale di accertamento emesso dalla commissione Legge 104 dove risulti, per il soggetto, una situazione di handicap grave.
    • In alternativa al verbale, si può presentare un verbale della commissione competente ad accertare uno dei particolari status che danno diritto alle agevolazioni.
    • Eventuale certificato di attribuzione dell'indennità di accompagnamento, emesso dalla Commissione per l'accertamento dell'indennità civile 

    QUALI NORME PER IL VENDITORE?

    Le ultime annotazioni da parte del documento presentato dall'Agenzia delle Entrate, riguardano il venditore che si trova ad avere a che fare con la vendita di un'auto ad un disabile. Il venditore è tenuto, per ogni cessione effettuata, iscrivere nella fattura tutti gli estremi della norma, oltre a dover comunicare agli uffici dell'Agenzia delle entrate la data dell'effettuazione della vendita, insieme ad altre informazioni che riguardano la targa del veicolo, i dati anagrafici, la residenza dell'acquirente e i dati del soggetto portatore di handicap. Vi lasciamo comunque alla nota completa dell'Agenzia delle Entrate, disponibile a questo link.

    Pubblicato in Attualità il 12 Marzo 2018 | Autore: Giuseppe Gomes


    Commenti

    Andrea il giorno 12 Settembre 2018 ha scritto:

    Ovviamente dovremmo gioire per agevolazioni che oggi come oggi sono anacronistiche, vietandoci di fatto di acquistare auto moderne ed efficienti e limitando la scelta a vetture benzina e diesel. Chissà quando uno dei nostri burocrati se ne accorgerà....

    Cerca Crash Test Auto

    Stai per acquistare un’auto? Controlla se è davvero sicura! Clicca e scopri