Le vendite di pneumatici tornano a crescere, anche grazie all'online

Nel primo trimestre 2014 le vendite di pneumatici di ricambio sono cresciute del 10%. Il successo è merito anche dell'online

7 maggio 2014 - 11:20

Nel primo trimestre del 2014 le vendite di pneumatici di ricambio in Europa sono cresciute, rispetto ai primi tre mesi del 2013, in tutti i segmenti di mercato. Secondo i dati di Etrma (European Tyre & Rubber Manufacturers Association), resi noti in Italia dal Centro Studi Continental, il dato nel settore autovetture è aumentato del 10%, del 16% negli autocarri, del 7% nelle macchine agricole e del 12% nei settori moto e scooter. Una crescita che era attesa, visti i dati di vendita molto bassi che si erano registrati nel primo trimestre del 2013.

CRESCE TUTTA L'EUROPA – Quasi tutti i Paesi europei hanno fatto registrare incrementi. La crescita è stata particolarmente alta in Germania, Austria e Svizzera. “Ci aspettiamo che questa crescita continui anche nei prossimi mesi -ha commentato Fazilet Cinaralp, segretario generale dell'Etrma –  per arrivare alla fine dell'anno ad un aumento del mercato di circa il 3 – 4% in confronto al 2013”. I dati per l'Italia non sono ancora disponibili, ma secondo il Centro Studi Continental è altamente probabile che il nostro Paese seguirà la positiva evoluzione del mercato europeo.

CRESCONO ANCHE LE VENDITE ONLINE – Questa spinta positiva è merito anche della vendita online di parti di ricambio per automobili, che piace perché un' esperienza di acquisto personalizzata e calibrata sulle proprie esigenze. Secondo una ricerca di Frost & Sullivan, la vendita di pneumatici è di gran lunga il segmento più consistente tra tutti quelli che riguardano parti di ricambio per auto vendute online. Rappresenta quasi il 46% di tutte le entrate collegate all' aftermarket della vendita online di ricambi automobilistici in Europa, per un valore di 2,5 miliardi di euro nel 2013. “Questa crescita è indicativa di un cambiamento nel comportamento dei consumatori per quanto riguarda costi, disponibilità e scelta – ha dichiarato  Anuj Monga, analista di Frost & Sullivan – Anche se la vendita online di pneumatici rappresenta attualmente il 7,8% dell'aftermarket totale corrispondente, le vendite seguitano a crescere, nonostante i risultati altalenanti del mercato pneumatici in generale, specialmente quello relativo ai canali di vendita tradizionali”.

IL FUTURO E' IN RETE – La recessione economica è stata infatti avvertita in tutti i settori in Europa e quello automobilistico è stato colpito più duramente, con conseguenze sulle vendite complessive di pneumatici. “Le vendite online di pneumatici, tuttavia, saliranno al 20% delle entrate totali dell'aftermarket degli pneumatici di ricambio entro il 2020 – ha aggiunto Monga – Francia, Germania e Russia sono i paesi che guidano questa crescita, con una diffusione della vendita online di pneumatici pari rispettivamente al 12%, 11% e 8%”. Questa crescita avviene anche perché i venditori online aumentano i loro servizi, come il montaggio e il ritiro degli pneumatici consumati, ma ne inventano anche soluzioni originali, come il servizio di consegna e montaggio a domicilio. 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

colonnine ricarica ue

Colonnine di ricarica con POS: la proposta del Parlamento UE

Blocco traffico Roma 4 dicembre 2022: orari e deroghe

Ricarica CCS vs NACS: la presa Tesla è “rischiosa” per i Costruttori