L'attesissima BMW i3 ha fatto trepidare i clienti. Ora è caccia aperta alle occasioni

La piccola elettrica bavarese ha tenuto i clienti col fiato sospeso ma ora il web può rivelarsi una miniera di occasioni imperdibili

22 novembre 2014 - 15:44

Si dice che l'attesa aumenti il piacere, ma chi non ha contato i giorni alla consegna dell'auto nuova? Lo sanno bene i clienti dell'innovativa utilitaria elettrica BMW i3, la prima auto di massa con cellula in fibra di carbonio e range extender. Tanta tecnologia e soluzioni futuristiche hanno messo alla prova la pazienza dei tanti che si sono lasciati sedurre per la prima volta da una BMW proprio con la i3. Ma ora si può scegliere se aspettare 4 mesi o averla subito.

11 MILA ORDINI IN 3 MESI – Dopo averla mostrata al pubblico  in largo anticipo (la presentazione ufficiale della i3 risale al Salone di Francoforte 2011) BMW ha tenuto sulle spine i suoi clienti per un bel po' di tempo. D'altronde nemmeno i vertici della Casa auto sapevano con certezza quanto realmente potesse piacere alla gente un'auto così rivoluzionaria. A oltre due anni dalla prima uscita mondiale del prototipo definitivo, BMW ha aperto gli ordini con cauto ottimismo. Chi l'avrebbe mai detto che in poco tempo gli ordini della i3 fossero schizzati alle stelle, costringendo BMW a rivedere i piani e a trovare una spiegazione per i clienti, che intanto avranno pensato: “se tutti la vogliono vuol dire che ho scelto l'auto giusta”.

IL FUTURO PIACE E ANCHE MOLTO – L'idea di guidare un'auto con un telaio interamente costruito in carbonio rinforzato CFRP, simile ai bolidi di Formula1, ha entusiasmato l'80% dei clienti che non avevano mai posseduto una BMW prima d'ora. Inutile dire che l'appeal della BMW i3 è votato tutto all'immagine green che vuole trasmettere con l'utilizzo di materiali ecologici o riciclati, come la fibra di ibisco pressata per alcuni elementi estetici, il legno di eucalipto per la plancia e la pelle dei sedili conciata con estratti di ulivo. Tutto è stato studiato meticolosamente per contenere il peso a soli 1195 kg (di cui 230 kg solo di motore e batterie) grazie a leghe leggere e materiali compositi. La distribuzione delle masse 50:50 tra anteriore e posteriore è esattamente la stessa dei modelli più sportivi della Casa auto bavarese, il presupposto ideale per sfruttare in sicurezza i 170 cavalli del motore elettrico. Attenzione, poiché solo guidando la BMW i3 con uno stile che più si addice al carattere dell'auto è possibile percorrere fino a 170 chilometri (300 chilometri con il range extender, un piccolo bicilindrico a benzina da 34 cavalli montato sull'asse posteriore, optional dal costo di 4000 euro). Il prezzo della i3, a partire da circa 36 mila euro, non ha scoraggiato i fortunati che si sono messi in coda pur di poterne parcheggiare una in garage.

LE OCCASIONI SUL WEB – Nello stabilimento tedesco di Leipzig, infatti, sono corsi ai ripari per poter accontentare tutti ma alla fine la soluzione inevitabile per evadere gli 11 mila ordini pervenuti in pochi mesi è stata allungare i tempi di consegna. I primi clienti che hanno messo gli occhi sulla BMW i3 (1200 solo negli USA, dove è stata nominata Green Car of the Year 2015) hanno dovuto attendere fino a 6 mesi per potersi mettere al volante della nuova generazione di veicoli elettrici con la “i”. Nonostante tra le linee di produzione della i3 sia tornata la quiete l'attesa è ancora piuttosto lunga e  chi fremita dalla voglia di averne una può cercare una valida occasione tra quelle usate o a km0 degli showroom del Gruppo tedesco. Su AutoScout24.it, ad esempio, l'offerta non manca, c'è solo l'imbarazzo della scelta.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto elettriche: in Germania il crollo peggiore di tutta l’Europa

Noleggio autobus con autista: servizi, prezzi e preventivo gratis

Move-In Emilia Romagna

Move-In Emilia Romagna: come funziona dal 1° gennaio 2023