L'Airp: introdurre l'obbligo della spia della pressione delle gomme

L'introduzione dell'obbligatorietà della spia della pressione delle gomme sulle vetture di nuova produzione potrebbe contribuire concretamente a ridurre il tragico bilancio degli incidenti...

30 settembre 2003 - 15:25

L'introduzione dell'obbligatorietà della spia della pressione delle gomme sulle vetture di nuova produzione potrebbe contribuire concretamente a ridurre il tragico bilancio degli incidenti stradali. E' quanto sostiene l'Airp (asso. ital. ricostruttori di pneumatici), secondo cui la nuova norma che entrerà in vigore dall'1 novembre negli Stati Uniti “potrebbe essere introdotta anche in Italia, inserendola all'interno della riforma del nuovo Codice della Strada, dato che è previsto che una ulteriore serie di misure entri in vigore dal primo gennaio 2004”.

A partire dall' 1 novembre 2003 – ricorda l'associazione italiana ricostruttori di pneumatici – le autovetture ed i veicoli commerciali che verranno costruiti negli Stati Uniti dovranno montare un dispositivo (Tire pressure monitoring system) che avverte il conducente quando la pressione dei pneumatici scende al di sotto del limite previsto dalla casa costruttrice.

Secondo il provvedimento, approvato dal Congresso Usa sulla base di specifiche istruttorie preliminari del Ministero dei Trasporti e della National Highway Traffic Safety Administration, stabilisce to del Congresso, il dispositivo di Tire pressure monitoring system prevede due opzioni di rilevamento della insufficiente pressione dei pneumatici: il guidatore viene avvertito quando la pressione nelle quattro gomme è inferiore di almeno il 25% o più rispetto alle indicazioni del costruttore, oppure quando la pressione in una singola gomma scende di almeno il 30% o più al di sotto del limite fissato dalla casa costruttrice.

“Poter avere il controllo costante della pressione dei pneumatici – sottoliena l'Airp – è fondamentale ed implica importanti e diretti effetti sulla sicurezza degli automobilisti e sulla efficienza delle prestazioni delle autovetture. Circolare con le gomme con una insufficiente pressione di gonfiaggio è, infatti, molto rischioso e può essere causa di incidenti”. In più – secondo il National Higway Traffic Safety Administration – “una corretta pressione di gonfiaggio dei pneumaticiaumenta aumenta la sicurezza, in quanto con gomme in piena efficienza diminuisce lo spazio di frenata delle autovetture e di conseguenza si riducono gli incidenti. Inoltre il corretto gonfiaggio migliora notevolmente la sicurezza di guida sul bagnato e riduce drasticamente il pericolo di aquaplaning. Ma non solo. Con gomme alla giusta pressione aumenta anche il risparmio di carburante e si riduce il consumo dei battistrada dei pneumatici”.

L'introduzione dell'obbligatorietà della spia della pressione delle gomme sulle nuove vetture statunitensi avverrà progressivamente, a partire dal 1 novembre 2003 e fino al 31 ottobre 2006. Il primo anno (dall' 1 novembre 2003 al 31 dicembre 2004) l'obbligo per le case costruttrici riguarderà il 10% delle nuove autovetture e dei veicoli commerciali, il secondo anno (dall' 1 novembre 2004 al 31 ottobre 2005) il 35% e il terzo anno (dall' 1 novembre 2005 al 31 ottobre 2006) il 65% delle nuove autovetture e dei veicoli commerciali. Per il periodo successivo, ogni decisione è invece demandata ad un esame generale dell'andamento del provvedimento fissato per l' 1 marzo 2005.

Fonte: KW Motori

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Passo carrabile

Voltura passo carrabile: come si richiede

Test Gomme Invernali 2020: 2 bocciati per lacune su asciutto

Auto incastrata in una strada stretta

Auto incastrata in una strada stretta: chi paga i danni?