La polizza assicurativa? Roba da uomini

Secondo i sondaggi condotti da Quixa e MPS, le donne si curano molto meno degli uomini dei problemi assicurativi delle auto familiari.

24 giugno 2011 - 15:30

Un sondaggio compiuto dalla compagnia Quixa e dalla società di marketing MPS dimostra come nel belpaese la stipula di una polizza assicurativa sia ancora un'operazione curata dall'uomo di casa. Su questo specifico aspetto della gestione dell'auto le donne si trovano ancora impreparate, oppure, semplicemente, preferiscono delegare.

CROMOSOMA Y – La ricerca “Stetoscopio – Il sentire degli assicurati italiani”, promossa da Quixa e condotta da MPS – Marketing Problem Solving, dimostra a grandi numeri che le donne italiane non hanno particolare interesse nello scegliere l'assicurazione della propria automobile: spesso non se ne curano abbastanza o sicuramente non quanto gli uomini. In quasi tutte le coppie, infatti, sono mariti e compagni a occuparsi di confrontare le diverse offerte e ad acquistare la polizza sia per sé, sia per la propria partner. Il ruolo di pater familias di stampo conservatore si vede anche nel rapporto con i figli: ai maschi, i padri forniscono per lo più consigli, senza tuttavia determinare le loro scelte, mentre esercitano una maggiore influenza sulle figlie single.

OPZIONI QUIXA – La compagnia assicurativa Quixa, per ovviare al fenomeno, promuove diverse opzioni per la polizza di responsabilità civile auto. Ad esempio alle madri con bimbi piccoli è dedicata l'estensione R. C. a favore dei figli minori, che copre i danni causati a terzi nel caso in cui il figlio minorenne avvii accidentalmente l'auto. Questa birbanteria dei figli causa più danni alle automobili di quanto non si immagini. Se, invece, la preoccupazione è forare una gomma durante il viaggio, si può aggiungere alla garanzia “soccorso stradale” l'estensione dei servizi anche in caso di foratura. Per evitare di dover aggiungere ai numerosi impegni quotidiani anche quello di ritirare l'auto appena riparata in officina, le donne più impegnate potranno ricorrere alla copertura “riconsegna a casa”: ci sarà un autista incaricato che si recherà dall'autoriparatore e porterà comodamente il veicolo fino a casa.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

10 consigli per non farsi rubare l’auto in vacanza

Le 35 mete preferite delle Vacanze 2019 in giro per il mondo

Parcheggio selvaggio: quando è tollerato