La Polizia stradale in TV: era ora, ma perché sul web no?

Nasce "Angeli della strada" un programma tutto dedicato alla Polizia Stradale. Una bella iniziativa che volevamo realizzare da tempo anche noi...

10 ottobre 2013 - 13:50

Come opera la Polizia Stradale sul campo, quali sono le difficoltà che incontra, come si svolgono i controlli concretamente: ecco di che cosa parla “Angeli della strada”, il nuovo reality appena iniziato e realizzato in collaborazione con la Polstrada. Per otto puntate, le telecamere saliranno a bordo della Verona 200 e filmeranno in diretta le tante difficoltà e le insidie del lavoro quotidiano di una pattuglia della Stradale, tra controlli sulla sicurezza, prevenzione, soccorso, lotta alla criminalità. Un progetto importante che finalmente vede protagonisti i tanti uomini che ogni giorno dedicano la loro vita (a volte nel vero senso della parola…) per la sicurezza altrui. Programmi del genere esistono già all'estero e siamo felici che adesso ne esista uno dedicato alla Polizia Stradale, organo a cui siamo legati per via delle nostre tematiche principali e perché dentro la Stradale abbiamo tanti cari amici. Restiamo però un po' con l'amaro in bocca perché una cosa simile la volevamo realizzare noi sul web già più di un anno fa, tuttavia alle nostre richieste non è mai seguita alcuna risposta da Roma. Leggendo capirete meglio.

PREVENZIONE A TUTTO CAMPO – Per i telespettatori, è l'occasione di conoscere quello che succede realmente nella vita quotidiana di quelli che, appunto, sono i nostri “angeli della strada”, l'assistente capo della Polizia di Stato Fabrizio Macciò e l'assistente della Polizia di Stato Antonella Manchìa rappresenteranno i colleghi di tutta Italia. È pure l'opportunità per riflettere sul ruolo e l'importanza di chi svolge tutti i giorni una fondamentale opera di prevenzione e controllo lungo le strade della penisola, consentendo a tutti noi di muoverci e viaggiare in libertà e sicurezza. Silvia Terraneo (una collega che SicurAUTO.it conosce e apprezza da tempo; siamo felici della sua partecipazione a questa trasmissione) sarà a bordo della Verona 200 e racconta: “In otto puntate, incontreremo insieme ai nostri 'angeli' altri automobilisti, motociclisti, camionisti, utenti della strada come noi, con i loro problemi, le loro emergenze, talvolta i loro drammi; rivedremo il nostro punto di vista su molti aspetti della nostra vita quotidiana su strade e autostrade, capiremo meglio quello che succede agli altri utenti e forse il perché di certe leggi e regolamenti che a prima vista ci sembrano inutili o addirittura ingiusti”. Il programma, spiega Giuseppe Bisogno, direttore del Servizio Polizia stradale, racconterà le diverse sfaccettature dell'impegno operativo e sarà un'occasione per valorizzare l'impegno di uomini e donne che quotidianamente prestano servizio per rendere più sicura la nostra mobilità.

NON PROPRIO UN'IDEA NUOVISSIMA – A dire il vero, già nel 2011 SicurAUTO.it aveva messo in piedi un servizio analogo, mostrando come la Polstrada opera sul campo, intitolando il servizio “In pattuglia con la stradale”, e spiegando che il lavoro degli agenti, oltre a essere intrinsecamente pericoloso, è anche assai complesso e certo non si riduce, come probabilmente molti pensano, al “fare le multe” in base al Codice della strada e a compilare un pezzo di carta costituito dal verbale. Come poi verificatosi, promettevamo di documentare l'attività quotidiana di una o più pattuglie nel controllo della circolazione e della sicurezza stradale nonché, ovviamente, nella repressione degli abusi che spesso sono intimamente legati proprio all'aspetto sicurezza. Anche noi, grazie alla collaborazione della Polizia Stradale di Cuneo nella persona del comandante Franco Fabbri, abbiamo affiancato gli uomini della Polstrada, sotto la pioggia e la neve in alcuni casi, considerato che i servizi si svolsero durante il freddo inverno e il fatidico periodo delle gomme invernali. Tuttavia il progetto era inizialmente solo sottoforma di articoli, ma considerato l'interesse che questi servizi avevano riscosso pensammo di andare oltre.

AVEVAMO PROPOSTO UNA MINI SERIE WEB – Senza intenzione di polemizzare, ma solo per amore della verità, il 3 dicembre 2012 abbiamo contattato le dottoresse Elisabetta Mancini e Roberta Scarante (dell'ufficio comunicazione della Polizia di Stato) per proporre una mini serie web a nostra cura e a nostre spese da pubblicare sul nostro sito e nel nostro canale youtube (oggi con 17,6 milioni di click), senza tuttavia ottenere mai risposte, anche un semplice “no grazie”. Spiace quindi notare che una nostra idea sia poi stata realizzata con altri. Ovviamente per noi conta solo che la gente conosca davvero i pericoli della strada, e quindi ben venga qualsiasi trasmissione divulgativa fatta da chiunque (nessuno vuole l'esclusiva), però una disponibilità alla nostra proposta non è mai arrivata da Roma. Come mai? Un vero peccato, specialmente perché saremmo stati noi a sobbarcarci i costi di produzione e perché il web è un altro importantissimo mezzo di comunicazione che non va trascurato. Sappiamo che con il progetto Agente Lisa la Polizia di Stato punta anche sul web, ma perché non permettere ad un editore di poter realizzare qualcosa di originale e divulgativo sulla sicurezza? Specialmente se questo editore ha fatto da 12 anni la sicurezza stradale il tema principale del proprio prodotto e raggiunge mensilmente oltre 400.000 lettori in tutta Italia? Noi crediamo che più siano i canali per far arrivare il messaggio corretto al pubblico in merito alla sicurezza stradale, meglio sarà per tutti. Perché quanto ruota attorno all'incidentalità e alle vittime della strada non deve essere esclusiva di nessuno. Ne di SicurAUTO.it, ne tantomeno della tv. Sperando che in futuro anche noi avremo l'opportunità di realizzare il nostro progetto, auguriamo ai colleghi di AutomotoTV il miglior successo possibile per questa trasmissione.

1 commento

Gino
19:04, 10 ottobre 2013

Una volta terminata la serie tutte le puntate saranno pubblicate on line sul canale youtube di poliziadistato…

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Frenata automatica: ancora molti limiti nei test AAA da 50 km/h

Ztl Roma orari mappa permessi

Ztl Roma oggi in centro: mappa e come funziona

Misure antismog Emilia-Romagna

Emilia-Romagna: stop diesel Euro 3 dall’1 ottobre 2022 (ed Euro 4 nel 2023)