La nuova Fiat Viaggio in Cina

Fiat presenta al Salone di Pechino la nuova Viaggio: obiettivo conquistare la Cina

17 aprile 2012 - 14:00

La Fiat sembra essersi finalmente decisa ad entrare nel mercato dell'automotive cinese. Dagli anni '80, quando il Lingotto non si rese conto, o non si interessò, delle potenzialità di questo Paese, ad oggi, la situazione è infatti radicalmente cambiata. Anche se con grande ritardo, la Fiat è pronta ad estendere la propria quota di mercato, al momento quasi irrilevante, e a prendersi una rivincita sulle altre case automobilistiche, che hanno saputo invece investire nel momento giusto.

IN VIAGGIO VERSO LA CINA – Per rilanciare la propria immagine in Cina, e per conquistarne il mercato, Fiat presenta la sua nuova creazione, la Fiat Viaggio, che verrà esposta per la prima volta al Salone Internazionale dell'Auto di Pechino, il prossimo 23 aprile. Il nome cinese di questa vettura è Fei Xiang, che significa “volare”, ed è proprio attraverso questo verbo che Fiat intende descrivere il proprio slancio verso questo mercato. Si tratterà della prima auto prodotta nel nuovo stabilimento Gac-Fiat a Changsha (provincia di Hunan), l'inizio della produzione è previsto per luglio, mentre per la commercializzazione dovremo attendere il terzo trimestre del 2012.

UNA BERLINA EFFICIENTE – La Fiat Viaggio è una berlina a cinque posti e quattro porte definita dalla casa automobilistica “una combinazione unica di potenza, efficienza dei consumi, qualità, tecnologia e piacere di guida con l'esclusivo design italiano”. Essa si basa sull'architettura CUSW (Compact US Wide) che sappiamo essere già la base della Dodge Dart e proveniente dalla Compact, sviluppata per la Alfa Romeo Giulietta. È lunga 4679 mm, larga 1850 mm e il passo è di 2708 mm. Sulla sicurezza, ancora nessun dettaglio.

IL MOTORE – L'obiettivo imposto per la Viaggio, secondo Fiat, è quello di diventare il punto di riferimento del segmento C, all'interno del quale vuole inserirsi come esempio di tecnologia e design, al servizio della performance. I motori su di essa montati sono turbocompressi, un 1.4L TJet 120 CV e 1.4 TJet 150 CV, il cambio è sia manuale, a 5 marce, che automatico, con doppia frizione a secco DDCT, sviluppato da Fiat Powertrain. Al di là delle prestazioni, la Fiat Viaggio cerca di imporsi anche per il suo lato estetico, progettato dallo Style Center di Torino, che ha cercato di rendere questa nuova auto sia contemporanea che aderente allo stile Fiat.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Multa Roma

Multe Roma: dal 1° novembre 6 nuove telecamere sulle preferenziali

Halloween 2020: come proteggere l’auto dai danni e cosa fare

Incentivi auto elettrica

Incentivi auto Piemonte 2020: fino a 12.000 euro con rottamazione