La Nissan NV 200 diventa il nuovo taxi di Londra

Nissan ha presentato una versione speciale della NV 200, destinata a diventare il nuovo taxi della capitale inglese

8 gennaio 2014 - 12:49

Nissan ha presentato il nuovo taxi per la città di Londra, che è stato ridisegnato per renderlo immediatamente riconoscibile come uno degli iconici “black cabs” della capitale inglese. Il giudizio estetico è sicuramente soggettivo, ma salta all'occhio la differenza di proporzioni tra lo storico London Hackney Carriage e il nuovo prodotto Nissan, che infatti deriva dal modello NV 200. Per Nissan si tratta della seconda grossa fornitura di mezzi per il trasporto pubblico, dopo quella accordata con la città di New York, che nei prossimi anni verrà popolata da una versione ad hoc sempre del NV 200. Infatti, la NV200 taxi cab fa parte di un progetto globale di Nissan per le flotte di taxi metropolitane, che include anche Barcellona e Tokio.

IL RE DELLE INVERSIONI A U – Il taxi Nissan è stato sviluppato per Londra all'interno della città stessa, nel Nissan Design Europe (NDE) di Paddington, lo stesso centro da cui è nato il design della Qashqai e della Juke. Il progetto rispetta la normativa TfL (Taxi for London) che prevede anche un diametro di sterzata di soli 7,6 metri, per poter invertire agevolmente la marcia.  La NV 200 Taxi sarà presentata ufficialmente a dicembre 2014 e sotto il cofano avrà un motore benzina da 1.6 litri abbinato ad un cambio automatico, mentre nel 2015 arriverà anche una nuova versione 100% elettrica. La scelta del motore benzina deriva dalla volontà di abbattere le emissioni di NOx e particolato, anche se un propulsore diesel avrebbe potuto garantire consumi più bassi.

DEDICATO AI PASSEGGERI – Le specifiche del nuovo London Taxi non son ancora state rese note, ma l'allestimento interno non dovrebbe differire molto da quello previsto per la NV 200 di New York, che comprende una serie di dotazioni specifiche: spazio per quattro passeggeri e rispettivi bagagli, porte scorrevoli con gradino d'accesso e maniglie di sostegno, tetto  trasparente, finestrini laterali apribili, aria condizionata a controllo indipendente per i passeggeri posteriori, tetto rivestito ai carboni attivi per eliminare gli odori nell'abitacolo, illuminazione a pavimento e luci di lettura a padiglione per i passeggeri, dock di ricarica per il telefono cellulare dei passeggeri, sedili in tessuto traspirante antibatterico, pavimento piatto nella zona passeggeri.

E LA SICUREZZA? – Secondo Nissan, la NV 200 in versione New York (e di conseguenza anche quella londinese), sarà il primo taxi a superare i crash test con tutte le dotazioni di servizio installate, griglia divisoria compresa. L'equipaggiamento di serie comprende airbag frontali per guidatore e passeggero, airbag a tendina per gli occupanti anteriori e posteriori, controllo di trazione e controllo dinamico del veicolo VDC (Vehicle Dynamic Control). Tuttavia, nel crash test Euro NCAP, la Nissan Evalia (ovvero la versione passeggeri della NV 200 che è un veicolo commerciale), ha ottenuto solo 3 stelle a causa delle deformazioni della struttura non trascurabile. 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Viaggi estate 2022

SicurAUTO.it vi augura buone vacanze: ci rivediamo il 22 agosto

Incentivi auto, l’UE critica gli USA: “il nuovo piano è discriminatorio”

Test drive auto nuova: con i brand di EV sono fondamentali