Jaguar-Land Rover sostiene Tata Group

I marchi inglesi Jaguar e Land Rover danno un contributo decisivo alla crescita del Gruppo indiano Tata

1 giugno 2012 - 8:32

Le due Case britanniche, Jaguar e Land Rover, sostengono i conti degli indiani di Tata Motors, che fa parte di un colosso presente in diversi settori economico-finanziari.

DUE SPINTE – Il Gruppo Tata ha archiviato l'anno fiscale 2011/12 con un utile netto in aumento del 46% rispetto all'esercizio precedente a 135,2 miliardi di rupie (attorni a 1,9 miliardi di euro). Parlando di volumi di vendita nei 12 mesi dell'anno fiscale, i marchi britannici hanno segnato un +29,1% al record di 314.433 unità: rispettivamente 54.039 per Jaguar e 260.394 per Land Rover). A brillare è soprattutto la SUV Land Rover Range Rover Evoque (vedi foto); inoltre, ha un peso decisivo il credito d'importa vantato dalla Jaguar-Land Rover, per un valore di 217 milioni di di sterline.

VERO AFFARE – Nel 2008, il colosso indiano Tata Motors – che ha appena nominato Cyrus P. Mistry (erede designato del patron Ratan Tata) direttore del Consiglio d'amministrazione – comprò i due marchi inglesi Jaguar e Land Rover dalll'americana Ford per 2,3 miliardi di dollari, ossia a prezzi di saldo. Dopo i primi due anni in cui gli indiani hanno preso le misure, nell'ultimo esercizio Jaguar-Land Rover ha realizzato utili di 1,5 miliardi di sterline. Dagli utili JLR, negli ultimi due anni Tata ha ottenuto più di quanto le sia costata l'acquisizione: un affare, un evento che ha rovesciato la storia, con la tigre indiana che s'è pappata i due marchi inglesi.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Quanto costa parcheggiare a Malpensa?

Green NCAP, il tool per misurare l’efficienza auto: come funziona

Test e-Fuel e Biodiesel: quanto diminuiscono le emissioni auto?